Nadia Toffa, la gente ha pregato per me

Intervista alle Iene dopo il malore, il 17/12 su Italia 1

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Stare in ospedale ti riporta un po' al succo delle cose. Non è la prima volta che ci vado perché ascolto poco i segnali del mio fisico. Ma ogni volta che ti ricoverano però ti riportano all'essenza delle cose, rivaluti anche la fisicità, le cose basilari. Un'altra cosa che mi ha stupita sono i messaggi ricevuti da parte di politici con cui ho un rapporto 'conflittuale'. Mi sono molto commossa quando mi hanno detto di città che hanno pregato per me: a Taranto hanno fatto la fiaccolata, Napoli ha pregato per me, mi commuovo e mi ha stupito l'affetto della gente comune, perché secondo me non conta tanto il personaggio, pregavano davvero per me, per le battaglie che portiamo avanti". Dopo il ricovero in ospedale per un improvviso malore, la Iena Nadia Toffa racconta per la prima volta quanto le è accaduto in un'esclusiva intervista in onda il 17 dicembre in prima serata su Italia 1, nel programma che conduce, Le Iene Show. Nadia racconta nei dettagli i momenti prima del malore, che l'ha colpita a Trieste.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA