Saviano racconta i 'Kings of Crime'

Poi in America Latina, Spagna, Portogallo, Francia e Germania

(ANSA) - ROMA, 3 OTT - Dopo oltre dieci anni trascorsi a raccontare il crimine attraverso scenari, relazioni, Roberto Saviano approda al racconto biografico in tv. Camorra, 'ndrangheta e i cartelli della droga messicani visti attraverso le vite di alcuni dei loro boss più importanti: Kings of Crime è la prima serie factual di Discovery Italia - prodotta con ZeroStories. Mercoledì 4 ottobre debutta in Italia, in prima tv su Nove, per poi arrivare in America Latina, Spagna, Portogallo, Francia e in Germania, grazie alle capacità produttive di un network internazionale e alla fama di un autore conosciuto in tutto il mondo. Quattro puntate - tre biografie e una lunga intervista, inedite - che raccontano tre delle organizzazioni criminali più potenti della storia. Il 4 ottobre in prime time su Nove (in simulcast su tutti i canali del Gruppo) si parte con la storia di Paolo Di Lauro - detto Ciruzzo 'O Milionario - il boss napoletano alla cui vita Saviano si è ispirato per costruire il personaggio di Don Pietro Savastano di Gomorra.
    A seguire, l'11 ottobre la storia di El Chapo, il narcotrafficante messicano che, più di ogni altro, incarna il potere contemporaneo del crimine organizzato. Mercoledì 18 ottobre è la volta di Antonio Pelle, un re fantasma la cui biografia sembra ricalcare la storia della 'ndrangheta, organizzazione potentissima e silente. Queste le biografie, costruite attraverso il racconto live di Saviano ad un'attenta platea di giovani studenti nell'Aula Magna dell'Università di Bologna intrecciato ad un ricchissimo archivio video di materiali originali delle forze dell'ordine, atti giudiziari, interviste e immagini inedite: suoni, voci, volti e luoghi che restituiscono il paesaggio simbolico e fisico delle imprese criminali. Completa la serie la puntata-intervista - in onda mercoledì 4 ottobre in seconda serata, dopo il racconto dedicato a Di Lauro - al collaboratore di giustizia Maurizio Prestieri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA