Ernesto Russo, dalla cucina alla fiction

Da chef a tronista, guerriero nei Medici, poliziotto in Ultimo

Chi lo ha conosciuto con il grembiule da chef, alle prese con le vongole veraci o con i filetti del suo churrasco, preparati nel suo ristorante all'interno del Parco Nazionale del Circeo, una sorta di capanna di bambù dove sgorgano le acque delle Fonti di Lucullo, è rimasto sorpreso nel vederlo in tv, due anni fa, nel ruolo di tronista di Uomini e donne di Maria De Filippi. Ora Ernesto Russo debutterà anche come attore in alcune attese fiction tv, dalla seconda parte de I Medici su Rai1 a Ultimo, con Raoul Bova, su Canale 5.

Napoletano, 40 anni, ultimo di una famiglia di 11 figli, Ernesto non rinuncia alla sua doppia attività, che è diventata anche una doppia vita. Anzi, rilancia pensando ad un nuovo format televisivo che concilierebbe entrambe le sue anime. Un programma tv in cui, a cavallo di una moto, andrebbe a cucinare a casa di tutti i suoi amici virtuali di Facebook, su invito, girando l'Italia. "Sono un insofferente - rivela Ernesto - dopo un po' devo cambiare. Ecco perché ho trasferito il mio ristorante da una location all'altra". Gli inizi per Ernesto sono stati duri.
"A 17 anni lavoravo da Saporetti, sul lungomare di Sabaudia.

A 23 anni ho aperto il mio primo ristorante nella zona col mio nome. Poi è arrivato Match Ball con il primo take-away di pesce, una mia invenzione. Infine, mi sono fermato alle Fonti di Lucullo".
Ernesto ha una faccia da schermo, una lunga chioma selvaggia, occhi verde-nocciola, mascella volitiva, all'americana. E quando una delle tante clienti affezionate lo ha segnalato alla redazione di Maria De Filippi, due anni fa, si è piazzato subito sul trono di Uomini e Donne, facendo impazzire le contendenti.

Separato, con due figli, Yari e Guendalina, che ora hanno rispettivamente 12 e 7 anni, Ernesto ha spiegato loro "le ragioni" per cui voleva andare in televisione, chiedendo "il permesso" ai suoi bambini. Il risultato della sua partecipazione al programma: "Sono rimasto fidanzato per un anno con Laura", una delle corteggiatrici. "Ci siamo lasciati perché anche in amore sono così, insofferente, ma giuro che mi dispiace molto aver dato dolore a chi mi ha amato con sincerità".

"Sono invece molto felice di aver girato la fiction con Bova - conclude - in cui interpreto un poliziotto della sua squadra e sono molto soddisfatto di aver girato per tutta l'estate la seconda stagione de I Medici, dove mi vedrete nel ruolo di un guerriero dell'esercito degli Sforza. Ora mi sto muovendo per il format del mio programma, dove girerei in moto l'Italia andando a cucinare a casa dei miei amici virtuali, su invito ovviamente.
Ci tengo molto al progetto e credo che in un paio di mesi potrei confezionare un divertente e inedito programma di cucina". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA