Sorelle, con Anna Valle il melò sfuma nel gotico

Regia Cinzia Th Torrini, con Morariu, Goggi, Marchesi, Vassallo

Una dramedy dei sentimenti, una storia potente, variopinta e multigenere, che fonde le tonalità del melò, del rosa contemporaneo, con quelle più gotiche del mistery e del giallo con venature paranormali. Prende il via il 9 marzo su Rai1 in prima serata "Sorelle", serie tv scritta da Ivan Cotroneo e Monica Rametta, con la regia di Cinzia Th Torrini, che vede protagoniste Anna Valle e un'altra meravigliosa località del nostro Paese, la città di Matera (capitale europea della cultura nel 2019 ndr). Sei episodi da 100 minuti prodotti da Endemol Shine Italy per Rai Fiction. Grande ritorno, anche in questa serie, quello di Loretta Goggi. Nel cast, tra agli altri, Ana Caterina Morariu, Giorgio Marchesi, Alessio Vassallo, Irene Ferri.

 A fare da sfondo alla storia è Matera, una città senza dubbio unica nel suo genere, con i suoi Sassi e la sua forza magnetica, l'architettura. Chiara (Anna Valle) è un brillante avvocato, single, che vive a Roma dopo aver chiuso i contatti con la città dov'è cresciuta a causa di gravi incomprensioni con la sorella Elena, separata con tre figli, e con la madre Antonia (Loretta Goggi), che accusa lievi sintomi di demenza. La misteriosa sparizione della sorella costringe Chiara a tornare per mettere ordine nella vita dei nipoti, e a fare i conti col suo grande amore, finito per un atroce tradimento. Una serie, Sorelle, in 6 puntate, in onda su Rai1 da giovedì 9 marzo, una coproduzione Rai Fiction - Endemol Shine Italy.
Come spiega la regista Cinzia Th Torrini, è "difficile da etichettare", potrebbe sembrare "un giallo, oppure un mistery con momenti di paranormale, ma tutto è impastato con il melò con un forte tirante emozionale e di introspezione psicologica". Possiede anche le caratteristiche di un family drama che si serve dei giusti toni di leggerezza e di commedia, contrastata da momenti drammatici. Insomma una storia variopinta e multigenere, che vede al centro tre forti personalitaà femminili una madre e due figlie molto diverse. "Un mix di generi - sottolinea Anna Valle - che abbiamo cercato di calibrare in un ensemble di immagini, musica ed emozioni che vorrei avvolgesse lo spettatore, fino a rapirlo". 
   Il ritorno a Matera, spiega Valle, "costringerà il mio personaggio a fare i conti con la vita che avrebbe desiderato, quella che le è stata rubata da Elena, a sperimentare il senso profondo della maternità, arrivando finalmente a riconciliarsi con le sue radici e con l'affetto di sua sorella. Un percorso di rinascita doloroso, ma ripagato da una ritrovata fiducia nell'amore e dall'inizio di una nuova vita che mai avrebbe pensato possibile, lontana dai desideri effimeri e intrecciata al mistero dell'esistenza". La serie è stata scritta da Ivan Cotroneo e Monica Rametta. Il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta ricorda che Sorelle "nasce dalla squadra di 'Un'altra vita': è una storia di riscatto femminile che vede protagonista una donna che ha lasciato la sua terra per motivi lavorativi, anche a causa di un amore finito male. La fiction si inserisce in un filone di ritratti molto contemporanei della figura femminile". Il produttore Paolo Bassetti di Endemol elogia Loretta Goggi: "Si è calata in un ruolo diverso dal suo solito".
Cotroneo, fa notare: "avevamo un'idea, e una volta che abbiamo avuto i personaggi, l'abbiamo adattata: abbiamo calato la città tra loro". Loretta Goggi racconta il suo personaggio: "Una donna sui generis, che ha scelto di avere due figlie da padri diversi, senza mai volersi sposare. Si sente particolarmente vicina ad Elena, di cui condivide l'impulsività: lei e le figlie, si sono costruite una vita ad personam, perché sono molto libere caratterialmente. Elena, che si mette insieme al fidanzato della sorella, dimostra di avere grande coraggio: inutile sacrificarsi se l'altro già ha la testa altrove". Per il suo ruolo, la Goggi si è trasformata in una hippie, riesumando gonnelloni portati dall'India anni fa. "Ho faticato, dato che questo personaggio si comporta all'esatto opposto rispetto a me. In alcuni momenti, ho sentito questa donna che inizia ad avere problemi degenerativi con la memoria diventare figlia delle figlie". Giorgio Marchesi è l'uomo all'origine del conflitto tra le due sorelle: "Un ruolo difficile, un uomo che commette tanti errori nei confronti di se stesso e degli altri. Mano a mano però, nella storia faranno il loro ingresso personaggi che, di volta in volta, sposteranno il punto di vista dello spettatore. Ho trovato particolarmente poetico quello di Loretta, una donna che non giudica, accetta il rientro dell'uomo che ha diviso le figlie". "In più -continua- c'è il tocco di una donna che racconta una storia di donne". Alessio Vassallo è l'assistente avvocato di Valle: "Sono l'elemento paranormale, dato che sono innamorato pazzo di una donna, cerco di conquistare Anna Valle per sei puntate e voi potete immaginare con quale fatica. Ma non Posso raccontare come andrà a finire"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA