Beppe Fiorello eroe di Terra dei Fuochi

L'attore a Sanremo, un dovere ricordare Roberto Mancini

(ANSA) - SANREMO, 13 FEB - Un "poliziotto come tanti che hanno a cuore questo Paese, un uomo che sognava un futuro migliore, che non voleva essere chiamato eroe, ma ebbe il coraggio, alla fine degli anni '80, di avviare le indagini sulla Terra dei fuochi": Beppe Fiorello è a Sanremo per raccontare la figura di Roberto Mancini, il funzionario di polizia che per primo investigò sul ciclo illegale di rifiuti, ucciso nel 2014 a 53 anni da un linfoma non-Hodgkin. Alla sua testimonianza di impegno e di coraggio è dedicata la miniserie Io non mi arrendo, diretta da Enzo Monteleone, che andrà in onda il 15 e 16 febbraio su Rai1.
    "Non sono venuto a cuor leggero", racconta l'attore a margine delle prove del festival. "Ma penso che sia un dovere passare di qui, approfittare della capacità unica di Sanremo di riunire le famiglie per dire chi è stato Roberto Mancini e ricordare che il nostro Paese è fatto anche di personaggi come lui".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA