Savino, dopofestival conta su errori

Con Gialappa's band e Max Giusti, ''procediamo a casaccio''

(ANSA) - SANREMO, 9 FEB - "Il dopofestival non diventerà "Quelli che... Sanremo". Parola di Nicola Savino, che insieme ai suoi compagni di avventura, la Gialappa's band e Max Giusti, è intervenuto alla conferenza stampa del festival di Sanremo. "La struttura è ancora in divenire, sappiamo cosa fare, ma ancora non come fare...", ha scherzato il presentatore, incalzato dal trio. "Procediamo... a casaccio, soprattutto. Non sappiamo chi prenderemo di mira. Non c'è pregiudizio. Ci auguriamo che qualcuno combini qualcosa. Ci siamo raccomandati con Carlo, che non deve dormire tranquillo, di insaponare la scalinata.
    Contiamo sullo scenografo", hanno scherzato i tre. Massimo riserbo sulle imitazioni preparate da Max Giusti: "Sarà una diversa per ogni puntata del dopofestival. Non posso ancora rivelare chi farò, ma posso dire chi non farò. Rimangono a casa Ligabue, Malgioglio, Vasco Rossi e Al Bano", ha spiegato l'attore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA