Morta Joan Rivers, aperta indagine su clinica dove era ricoverata

Aveva 81 anni, era in ospedale per complicazioni post-operatorie

Le autorità sanitarie di New York hanno deciso di avviare un'indagine sulla clinica dove l'attrice e comica Joan Rivers, morta a 81 anni, era stata ricoverata per un intervento alla gola, operazione chirurgica nel corso della quale aveva smesso di respirare entrando in coma.

Rivers, una leggenda della tv Usa, era stata ricoverata in gravissime condizioni nell'ospedale Mount Sinai dopo complicazioni sorte durante un intervento alla gola la scorsa settimana. 

"E' con profondo dolore che annuncio la morte di mia madre, Joan Rivers", ha scritto in un comunicato la figlia Melissa. "Si e' spenta serenamente circondata dalla sua famiglia e dagli amici piu' intimi. Io e mio figlio vogliamo ringraziare i medici, le infermiere e il personale del Mount Sinai per le cure che hanno dato a mia madre. (...). La gioia piu' grande di mia madre era di far ridere le persone. Anche se e' difficile farlo ora, so che il suo ultimo desiderio sarebbe stato quello di vederci ridere presto", conclude la nota.

Presentatrice molto nota in America, considerata quasi una leggenda della tv, l'irriverente star comica e' stata spesso al centro delle polemiche per le sue provocazioni. Come amava dire lei stessa, non risparmiava nessuno e nessun argomento era off limits: da Elizabeth Taylor, alla regina Elisabetta, ad Anna Frank. "Prendo in giro tutti, senza distinzione di razza, colore o religione", disse durante un'intervista al Toronto Star. "Ogni scherzo, anche se di cattivo gusto, e' fatto per attirare l'attenzione su qualcosa che mi interessa davvero".

Una delle ultime provocazioni ha riguardato il presidente americano Barack Obama e la moglie Michelle. Meno di due mesi fa, ad un reporter che le aveva chiesto se l'America fosse pronta per un Commander in Chief donna, oppure omosessuale, Rivers ha risposto che c'e' gia' un presidente gay, ossia Barack Obama. Mentre la first lady Michelle e' stata definita una trans. In poche ore il video e' diventato virale in rete, scatenando una marea di reazioni indignate sui social media. La Rivers si e' poi dovuta scusare sostenendo che le sue parole erano state fraintese. Alla notizia della sua morte i social media sono stati sommersi da messaggi dei fan, di personaggi dello spettacolo e del cinema.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA