Da Mine vaganti ad Hamlet, i 10 titoli da non perdere

Stagione riparte tra anniversari, grandi 'duelli' e nuovi testi

Bullismo, anniversari, grande cinema in scena o eterni Shakespeare. Corre su molti fili il nuovo anno a teatro. Con grandi mattatori che proseguono tournée consolidate, da Gabriele Lavia con I giganti della montagna di Pirandello a Umberto Orsini ne Il costruttore Solness da Ibsen o Carlo Cecchi che riprende il suo dittico da Eduardo con Dolore sotto chiave / Sik-Sik, l'artefice magico. Ma anche molti nuovi testi e messe in scena. Ecco 10 titoli, più uno, da non perdere in questa seconda parte di stagione.

IL NODO - Un'aula di scuola pubblica. L'ora di ricevimento. Un'insegnante e una madre: suo figlio è stato sospeso. Vittima di bullismo o molestatore? Ambra Angiolini e Ludovica Modugno portano per la prima volta in Italia il testo dell'americana Johnna Adams sulla più alta responsabilità umana: educare la generazione del domani. Regia Serena Sinigaglia (debutto l'11 gennaio al Dei Rozzi di Siena, poi in tournée).

FUORIUSCITI - Brooklyn, 1944. Mentre in Europa infuriano i combattimenti tra nazifascisti e Alleati, l'esule politico Gaetano Salvemini va a trovare don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare Italiano, anche lui fuggito dall'Italia fascista. Dall'incontro immaginato dallo studioso Giovanni Grasso, Luigi Diberti e Antonello Fassari, diretti da Piero Maccarinelli, danno vita a due intensi ritratti e un confronto serrato sulle sorti del paese (dal 14 gennaio al Mina Mezzadri di Brescia e poi in tournée).

MISERICORDIA - Emma Dante dedica il suo nuovo spettacolo alla storia di Anna, Nuzza e Bettina, che lavorano a maglia di giorno e si vendono la notte, e del povero orfano menomato che vive con loro. Con Italia Carroccio, Manuela Lo Sicco, Leonarda Saffi, Simone Zambelli (dal 14 gennaio al Piccolo di Milano e poi in tournée).

MINE VAGANTI - Per la prima volta Ferzan Ozpetek dirige un testo di prosa e sceglie uno dei suoi film più riusciti. Arturo Muselli e Giorgio Marchesi sono Tommaso, che torna nella grande casa di famiglia a Lecce per confessare la sua omosessualità, e suo fratello Antonio, che lo brucia sul tempo rivelando la propria. Con Francesco Pannofino, Paola Minaccioni e Caterina Vertova (debutto 17 gennaio a Caserta, poi in tournée e a febbraio all'Ambra Jovinelli di Roma).

LE VERITÀ DI BAKERSFIELD - Ispirato a eventi realmente accaduti, Marina Massironi e Roberto Citran portano per la prima volta in Italia il testo di Stephen Sachs. Sullo sfondo di un'America dai forti divari sociali, è la storia di Maude, che nella sua roulotte cela un presunto quadro di Pollock. E di Lionel, arrivato da New York per l'expertise. Regia di Veronica Cruciani (tournée al via il 15 febbraio dal Teatro Comunale di Conselice-RA).

LOCKE - Un uomo esce da un cantiere, si sfila un paio di stivali da lavoro e sale su una bella auto. A casa lo aspettano due figli, una moglie, la partita alla tv. E' il più bravo capocantiere d'Inghilterra, ma questa notte non tornerà a casa. Dal film di Steven Knight con Tom Hardy, Filippo Dini porta in teatro questo testo sull'assunzione di responsabilità e sulla fragilità degli edifici morali sui quali costruiamo le nostre famiglie e sicurezze (marzo al Franco Parenti di Milano).

HAMLET - Antonio Latella torna per la terza volta al capolavoro di Shakespeare con la nuova traduzione di Federico Bellini, "che riporta il senso della parola del Bardo per quello che è, e non per quello che vogliamo sia". Nel ruolo del protagonista, Federica Rosellini (marzo al Piccolo di Milano).

DIPLOMAZIA - Il generale Dietrich von Choltitz, governatore di Parigi nell'occupazione nazista, e il console svedese Raoul Nordling, si fronteggiano in uno scontro verbale senza esclusione di colpi nella notte tra il 24 e il 25 agosto 1944. Il tedesco ha l'ordine di radere al suolo la città. Il diplomatico userà tutta la sua retorica per convincerlo a disobbedire al führer. Dopo Frost/Nixon, Elio De Capitani e Ferdinando Bruni tornano a sfidarsi sul palco portando in Italia il testo di Cyril Gely, già film per Volker Schlöndorf (marzo all'Elfo Puccini di Milano).

ALDA DIARIO DI UNA DIVERSA - Nel decennale della scomparsa di Alda Merini, Giorgio Gallione esplora gli intrecci tra poesia, follia, danza, vita e opera di una donna straordinaria. A darle corpo e voce è Milvia Marigliano (maggio al Duse di Genova e poi in tournée).

UNO SGUARDO DAL PONTE - Una passione forte e immorale, una dignità che si sgretola di fronte a un'attrazione inconfessabile. Valerio Binasco affronta per la prima volta la piece di Arthur Miller, diretta negli anni da grandi come Peter Brook e Luchino Visconti. Con lui, Deniz Özdoğan e Dario ed Emmanuele Aita (maggio al Carignano di Torino).

I DUE GEMELLI VENEZIANI - Primo incontro con Goldoni per Valter Malosti in una commedia ricca di equivoci, scambi di persona, espedienti, battute, ma che riflette su famiglia, identità, amore e morte (maggio al Piccolo di Milano).

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA