In scena da Carlotta Proietti all'uomo sulla Luna

Ale e Franz come Romeo e Giulietta. Batelaan alla Biennale

ROMA - Giorgio Lupano, Francesco Bonomo e Rocio Munoz Morales al Festival di Borgio Verezzi con 'Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo Squartatore' e 'The story of the story' di Jetse Batelaan ad aprire la Biennale Teatro di Venezia; Ale e Franz in 'Romeo e Giulietta, nati sotto contraria stella' a Verona e Carlotta Proietti ne 'La bisbetica domata' a Roma; fino a 'Walking on the moon' per i cinquant'anni dello sbarco dell'uomo sulla Luna all'Ostia antica festival - Il mito e il sogno: sono alcuni degli spettacoli teatrali in scena nel prossimo week end.

BORGIO VEREZZI (SV) - Londra 1888. Nel quartiere di Whitechapel una serie di terribili omicidi che coinvolgono giovani prostitute sta scuotendo l'opinione pubblica. L'ispettore Lestrade, disperato e all'impasse, decide di presentarsi al 221 B di Baker Street. È così che il più celebre investigatore inglese irrompe questa sera sul palco del Festival di Borgio Verezzi con 'Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo Squartatore', testo che Helen Salfas ha tratto dagli scritti personali di Sir Arthur Conan Doyle, più volte chiamato da Scotland Yard per consulenze su efferati delitti di quegli anni coinvolgevano a Londra. Adattato per la scena da Ricard Reguant, lo spettacolo arriva per la prima volta in Italia con tre protagonisti d'eccezione: Giorgio Lupano, Francesco Bonomo e Rocio Munoz Morales e il progetto artistico di Gianluca Ramazzotti. Il 17 e 18 luglio.

VENEZIA - Dedicata alla figura del drammaturgo, apre lunedì la Biennale Teatro firmata da Antonio Latella. In tutto, 28 spettacoli e 14 artisti (22 luglio-5 agosto) a partire dal Leone d'oro al condirettore del Gorki Theatre Jens Hillje e quello d'argento a Jetse Batelaan, visionario artista olandese del teatro ragazzi. Proprio a Batelaan è dedicata la serata d'apertura, con la prima italiana del suo 'The story of the story' al Goldoni, mentre all'Arsenale il regista croato Oliver Frlji si confronta con 'Mauser' e il più controverso degli scrittori tedeschi: Heiner Muller. Il 22 luglio.

VERONA - E' una singolare versione della più romantica delle tragedie di Shakespeare quella che Leo Muscato firma con 'Romeo & Giulietta, nati sotto contraria stella', in prima nazionale da questa sera al 71/o Festival Shakespeariano dell'Estate Teatrale Veronese. Protagonisti, Ale e Franz nei panni di Giulietta e Romeo, mentre Eugenio Allegri, Marco Gobetti, Paolo Graziosi, Marco Zannoni interpretano tutti gli altri personaggi. "I veri protagonisti del nostro spettacolo - spiega il regista - non sono i personaggi dell'opera, ma sette vecchi comici girovaghi che si presentano al pubblico per interpretare La dolorosa storia di Giulietta e del suo Romeo". Dal 17 al 20 luglio.

ROMA - Ancora Shakespeare con Carlotta Proietti che torna al Globe Theatre di Villa Borghese per 'La bisbetica domata' di Shakespeare, che la regia di Loredana Scaramella ambienta alla fine degli anni Trenta. In scena da venerdì, la scelta di collocare la vicenda di Caterina prima dell'inizio dell'ultima guerra, getta una luce diversa sul racconto. Dagli Stati Uniti e dal resto dell'Europa arrivano germi di mutamento che hanno già modificato il costume nelle classi più agiate e in quelle zone a margine in cui l'eccentricità è un attributo strutturale. Sono 'diverse' le dive del cinema e le donne comuni che lavorano come operaie, dattilografe, segretarie guardano con simpatia alle ragazze dello spettacolo dal vivo. Dal 19 luglio al 4 agosto.

OSTIA (RM) - A cinquant'anni da quel "piccolo passo per un uomo, ma grande per l'umanità", Ostia antica festival - Il mito e il sogno ricorda lo sbarco dell'uomo sulla Luna con 'Walking on the moon', spettacolo della Compagnia del Teatro dell'Orologio con la regia di Leonardo Ferrari Carissimi. Una favola a tre personaggi in cui mondo digitale, mondo letterario e mondo dei ricordi s'intrecciano in una sinfonia a nove attori. Il 20 luglio.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA