Teatro,torna Trittico Beckett di Krypton

A 10 anni da debutto, per 110/o anniversario nascita drammaturgo

(ANSA) - FIRENZE, 15 FEB - Dieci anni dopo il debutto, Giancarlo Cauteruccio, fondatore dello storico Teatro Studio Krypton, mette di nuovo in scena il Trittico Beckettiano, omaggio al drammaturgo nel 110/o anniversario della nascita.
    "Atto Senza Parole I", "Non Io" e "L'ultimo nastro di Krapp" di Samuel Beckett saranno in scena dal 18 al 20 febbraio al Teatro Studio Mila Pieralli di Scandicci (Firenze) con la regia di Cauteruccio, scene di André Benaim e costumi di Massimo Bevilacqua. Protagonisti Massimo Bevilacqua in Atto senza parole I, Monica Benvenuti in Non io e lo stesso regista ne L'ultimo nastro di Krapp. Il Trittico, che ha ricevuto il premio alla regia dell'Associazione Nazionale Critici di Teatro nel 2006 e ha valso al regista e interprete la candidatura all'Ubu come migliore attore (nell'edizione del 2004). "Per incontrare Beckett - racconta il regista - bisogna trovarsi al cospetto del vuoto, così come a me è successo, proprio quando la mia opera si era caricata di eccessi visuali, di troppo rumore, di incessanti e frenetiche azioni ed ero alla ricerca di una via d'uscita. Con Beckett si incontra, come io ho incontrato, un vero maestro, capace di condurre nella qualità del buio, del vuoto, dell'assenza, dell'immobilità, dell'attesa e nella consapevolezza del fallimento".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA