'I duellanti', Boni schermitore

Attore si è preparato all'Accademia Armi maestro Musimeci Greco

(ANSA) - ROMA, 7 FEB - "Duellare è la vita, in ogni frangente. Senza dover fare morti, ma la stoccata la devi dare".
    Alessio Boni racconta così l'essenza de "I Duellanti" presentando alla Casa Museo della scherma la piece in scena al Teatro Quirino di Roma dal 23 febbraio al 6 marzo. Ed è per questo che, insieme al coprotagonista Marcello Prayer, si è sottoposto a massacranti allenamenti all'Accademia d'armi del maestro Renzo Musumeci Greco, per portare in teatro il testo di Conrad. Si tratta della prima riduzione teatrale del racconto dello scrittore inglese che nel 1977 Ridley Scott trasformò in un film. Presente, oltre al padrone di casa, la compagnia: Francesco Meoni, che interpreta 5 personaggi, la violoncellista Federica Vecchio e Roberto Aldorasi, che con Boni cura la regia.
    Boni, che ha scoperto la passione della sciabola con la serie tv Caravaggio, ha aggiunto: "Non cerco una cosa intellettuale, voglio parlare a quel pubblico che abbassa la saracinesca e viene in teatro, magari senza avere letto Conrad".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA