Hrusa a Roma testimonial tradizione ceca

Sul podio di Santa Cecilia con le sinfonie di Dvorak e Brahms

Si sente un testimonial della grande musica ceca e per il suo ritorno a Roma sul podio di Santa Cecilia Jakub Hrusa, che nella prossima stagione debutterà alla guida dei Berlineer, ha scelto due sinfonie di Dvorak e Brahms per mostrare similitudini e differenze tra il compositore boemo e il suo grande amico tedesco. "La musica ceca - ha detto il giovanissimo direttore di Brno in vista del concerto di giovedi 24 - è il mio background. Investo il mio studio e le mie forze in questo terreno. Ma non voglio presentare solo brani celebri.
    Dvorak è famosissimo ma abbiamo tanti altri brani famosi di Smetana, Janacek, Martinu che suono sempre molto volentieri".
    Proprio con Smetana il pubblico romano ha imparato a conoscerlo nel 2016 nel suo debutto alla guida dell' Orchestra dell' Accademia Nazionale. L'appuntamento all'Auditorium Parco della Musica - repliche venerdi alle 20:30 e sabato 26 alle 19 - sarà anche l'occasione per vedere in azione Edgar Moreau, giovane talento francese, al suo debutto ceciliano

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA