Club to Club festival, con i Kraftwerk Torino capitale della musica elettronica

Line up straordinaria che animerà l'intera città

Una speciale preview di presentazione, che si terrà il 19 ottobre a Milano, aprirà le danze della diciassettesima edizione del Club To Club di Torino, il più importante festival musicale italiano dedicato alla musica elettronica e avant-pop, che nel corso degli anni si è guadagnato sul campo il riconoscimento di manifestazione tra le migliori al mondo grazie ad una offerta musicale unica, che quest'anno porterà ad esibirsi nel capoluogo piemontese, tra gli altri, anche i Kraftwerk, storici pionieri dell'elettronica.
Forte del successo di critica e pubblico della scorsa edizione - 45.000 presenze nei cinque giorni di Festival - anche quest'anno, dal 1 al 7 novembre, Torino diventerà la capitale europea della musica, grazie ad una line up straordinaria che animerà l'intera città: dal Lingotto alla Reggia di Venaria, dalle Officine Grandi Riparazioni a San Salvario, dove si svolgerà il block party domenicale, gratuito, che coinvolgerà l'intero quartiere. Il programma di quest'anno sarà davvero transglobale, con oltre 30 artisti provenienti da tutto il mondo: dalla Germania alla Siria, dagli Usa alla Grecia. Su tutti, come detto, svettano i tedeschi Kraftwerk, autori della colonna sonora per l'era digitale del XXI secolo e fonte di ispirazione per intere generazioni di musicisti da oltre 40 anni. Dal 4 al 7 novembre, il gruppo presenterà alle OGR una serie di concerti, '3-D The Catalogue - 1 2 3 4 5 6 7 8', autentica esplorazione cronologica degli esperimenti sonori e visivi con visual ed effetti 3D spettacolari. Molti, però, saranno i live imperdibili: dall'artista di origine cilena Nicolas Jaar, protagonista dell'ondata di musica elettronica di questo decennio, al maestro della techno minimale Richie Hawtin, che presenterà 'Close - Spontaneity & Synchronicity', uno spettacolo che confonde il confine tra l'uomo e la macchina, mettendo in discussione la distinzione tra dj set e live e abbattendo le barriere tra il performer e il pubblico. Il musicista, producer e cantante venezuelano Arca (già produttore per Bjork e collaboratore del rapper Kanye West) sarà di ritorno a Club To Club per la prima italiana del suo live show, così come live con la sua band si esibirà Kamasi Washington, celebrato sassofonista californiano divenuto l'esponente di punta della scena jazz odierna. Grande curiosità per il concerto di Liberato, il misterioso rapper di cui si ignora l'identità, che col suo un mix tra dialetto napoletano e suoni elettronici debutterà al festival con un nuovissimo show audiovisivo.
Sul palco della Red Bull Music Academy, che raccoglierà molte delle proposte più creative della manifestazione, si esibiranno invece musicisti come Actress, autore di un disco ispirato dal film Blade Runner, e il duo di culto Demdike Stare, che esplora il lato più esoterico dell'elettronica. L'innovazione musicale italiana sarà rappresentata dal progetto The Italian New Wave, che promuove i nostri artisti nel mondo: tra i nomi più importanti di questo progetto ci sono Lorenzo Senni, Ninos Du Brasil e Not Waving.
"La diciassettesima edizione del festival - dice all'ANSA Sergio Ricciardone, direttore artistico del Club to Club - è nuovo traguardo di un percorso che ha portato Club To Club a essere il primo festival musicale italiano (e tra i più apprezzati in Europa) di avant-pop, si svolgerà a Torino dall'1 al 7 novembre. Il tema scelto per la prossima edizione è cheek to cheek: si vuole così sfidare l'immaginario della musica elettronica contemporanea come esperienza individuale per tornare a un'idea di comunione del pubblico. I festival, infatti, sono social network del mondo reale, che aggregano pubblico con gli stessi interessi per condividere esperienze irripetibili"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA