A Bologna il Manouche festival

Da domani alla Cantina Bentivoglio, atteso Adrien Moignard

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - Il Gipsy jazz è al centro del Manouche Festival, che da domani a sabato presenta alla Cantantina Bentivoglio a Bologna, cinque concerti con i protagonisti di questo particolare genere. Apre domani il trio dei chitarristi Paolo Prosperini e Tolga During con Pippi Di Monte contrabbasso, mentre mercoledì suonerà il nome più atteso, il francese Adrien Moignard, virtuoso della chitarra che oltre ad essere il solista della band della cantante jazz Cyrille Aimée, ha collaborato anche con mostri sacri come Bireli Lagrene e Stochelo Rosenberg. Giovedì in arrivo i toscani Djambulu (Maurizio Geri e Jacopo Martini chitarre, Nicola Vernuccio contrabbasso), venerdì il quartetto Note Norie (con Ruben Chaviano violino e Roberto Beneventi fisarmonica), sabato chiusura con il trio Accordi e Disaccordi (Alessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi chitarre, Elio Lasosa contrabbasso).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA