Paul Young, apostolo del soul fa 60 anni

Dai successi degli anni '80 agli show culinari di oggi

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Paul Young compie 60 anni in un'atmosfera non ideale visto che ha dovuto annullare alcuni concerti, dopo aver partecipato qualche anno fa anche all'edizione celebrity del MasterChef inglese e una di Hell's Kitchen. Paul Young è stato una super star British degli anni '80 e '90 quando, pur con un look quasi New Romantic, conquistò mezzo mondo come apostolo del Soul. Dopo la gavetta con i Q-Tips, riparte con una nuova band e nei primi anni '80 pubblica i primi singoli senza grande successo, tra cui "Love of The Common People" che qualche tempo dopo volerà ai primi posti delle classifiche. Il botto avviene grazie a una cover di Marvin Gaye, "Wherever I Lay My Hat", bissato da "Come Back and Stay" e dalle ottime vendite dell'album del debutto, "No Parlez".
    Everytime You Go Away, cover di Hall & Oates, è il suo più grande successo. I problemi alle corde vocali hanno compromesso la sua carriera, cancellando quel falsetto che era stato la cifra delle sue performance dei tempi d'oro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA