Mango, lacrime e applausi ai funerali a Lagonegro

Tra i presenti Mogol: non è stato considerato per il suo valore

In centinaia, in silenzio, hanno atteso l'arrivo della bara del cantante Mango nella piazza antistante la chiesa madre di Lagonegro (Potenza), dove sono in corso i funerali dell'artista. All'arrivo del feretro, portato a spalla da amici e parenti, il silenzio è stato rotto da un forte applauso. I funerali sono celebrati dall'arcivescovo di Tursi-Lagonegro, monsignor Francesco Nolè. La chiesa è gremita e altre centinaia di persone sono rimaste fuori.

Tra i presenti anche Mogol, che ricorda così il cantante: "Non è stato considerato per quanto valesse. Adesso, dopo la sua morte, avrà sicuramente una valutazione più grande". Rispondendo alle domande dei giornalisti, Mogol ha ricordato che Mango "era un artista generoso. Aveva una gentilezza d'animo e una sensibilità eccezionale, come ha potuto vedere tutta l'Italia quando si è sentito male sul palco. Era un lucano Doc, un artista diverso con una unicità particolare non rintracciabile anche in altri grandi artisti. La nostra canzone migliore? Sicuramente - ha risposto - 'Mediterraneo', una canzona epica che è andata al di là delle mie capacità".

A Lagonegro oggi è giornata di lutto cittadino.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 15.30, nella chiesa di San Giuseppe saranno celebrati i funerali del fratello dell'artista, Giovanni, morto ieri mattina a 75 anni, molto probabilmente anche lui a causa di un infarto.

Armando e Michele, gli altri due fratelli di Mango che che ieri hanno avuto un malore e sono stati ricoverati, sono stati dimessi e parteciperanno ai suoi funerali. 

Mango, la carriera per immagini

L'ARRIVO DEL FERETRO A POLICORO VIDEO ANSA/VISTA

 

L'ultimo concerto di Mango IL VIDEO morto sul palco mentre canta 'Oro'

De Gregori, lo ricorderò sempre con gioia
"È stata una brutta giornata. Era un collega bravissimo e forse anche troppo discreto. Una persona che ricorderò sempre con gioia". E' il ricordo che il cantautore Francesco De Gregori ha fatto del collega Mango morto per un infarto durante un concerto a Policoro (Matera). De Gregori ne ha parlato in video al sito internet di Repubblica Firenze nel corso del Campus della Musica.

La locandina dell'ultimo concerto

Caterina Caselli, 'Che giorno triste"
"Che giorno triste! Provo un grande dispiacere. Ho avuto modo di conoscere bene Mango per lavoro, un grande talento, un professionista meticoloso, generoso, con quella sua voce che rendeva unico tutto cio' che cantava e distintiva come le sue composizioni". Così Caterina Caselli ricorda Mango sul social 'sugar'. "Un uomo serio, onesto e verso il quale ho sempre nutrito rispetto e stima. Sono particolarmente vicina a Laura, ai figli Filippo e Angelina, che - scrive la cantante - abbraccio forte. Con tanto affetto".

Masini,morte non può congelare voce e canzone
"Perdiamo un grande artista. Per me Mango ha rappresentato un importante riferimento musicale". Così il cantante fiorentino Marco Masini ha ricordato ai microfoni dell'emittente RDF 102.7, si legge in una nota, il cantautore lucano Mango, improvvisamente scomparso ieri sera. "Ho iniziato negli anni '80 cantando nei piano bar 'Lei Verrà', una delle canzoni che mi hanno dato la possibilità di cominciare il mio percorso musicale - ha concluso Masini -. La notizia della sua scomparsa è sconvolgente. Mango sarà ricordato per sempre come un grande artista, perché la morte non può congelare una voce e una canzone".

Sulla pagina ufficiale di Mango su Facebook, un commosso ricordo di chi lavorava con lui

 MANGO CANTA ORO 

listen to ‘Mango a Radio2: 'In questo tour sto faticando molto'’ on audioBoom

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA