Sfila la favola di Dolce e Gabbana

Abiti specchio e cappotti glitter, ranocchi, topini e carrozze

(ANSA) - MILANO, 28 FEB - I sogni son desideri sulla passerella di Dolce e Gabbana, che portano la loro moda nel mondo delle fiabe tra zucche e nani, carrozze e specchi. Sono principesse di oggi, che non aspettano passivamente l'arrivo del principe azzurro ma sanno cosa vogliono, quelle che escono dal cancello fiabesco prestato dalla Scala, così come la carrozza, il letto, la grande luna e l'orologio con le lancette che corrono all'indietro che costituiscono la scenografia della sfilata.
    Come sempre da Dolce e Gabbana la passerella si snoda come un film, ma la Cenerentola che sfila su un pavimento a scacchi bianchi e neri assomiglia più alla ragazza volitiva portata al cinema da Kenneth Branagh che alla creatura remissiva della Disney. Perché se è vero - spiegano i due stilisti - che tutte le bambine sognano di essere delle principesse, oggi le nuove icone sono Elsa e Anna di 'Frozen', che non aspettano un fidanzato ma lottano per la loro indipendenza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA