A Mosca censurato spettacolo tratto da Gianni Rodari

Lo denuncia il regista. Era ispirato a Le avventure di Cipollino

Uno spettacolo teatrale liberamente tratto dal celebre romanzo di Gianni Rodari 'Le avventure di Cipollino' è stato improvvisamente cancellato dal programma del festival internazionale teatrale per dilettanti 'I Giovani ai Giovani', che si tiene a Mosca, in quello che appare come un caso di censura. A denunciare il fatto è stato il regista dello spettacolo Alexander Tattari, in un post su Facebook (ripreso poi da molti media liberali russi).
 A far scattare l'allarme, probabilmente, il titolo a forte sfondo politico, che richiamava la celebre frase pronunciata dal premier Dmitri Medvedev ("non ci sono soldi, resistete") nel corso di un incontro con alcuni pensionati inferociti, in Crimea, dopo l'annessione. Lo spettacolo sarebbe dovuto andare in scena oggi ma, secondo Tattari, la direttrice del centro culturale Szena di Mosca, Angelica Petrova, lo ha contattato il 6 novembre per comunicargli la cancellazione. "Una cosa del genere non si può mostrare sul palcoscenico di un ente statale, abbiamo addetti, famiglie e mutui in banca", avrebbe detto Petrova.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA