La sapienza delle api, inediti di Pamela L. Travers

Da Mary Poppins allo studio del mito e del folklore

PAMELA L. TRAVERS, LA SAPIENZA SEGRETA DELLE API' (LIBERILIBRI) . Sull'onda di una nuova "marypoppinsmania" globale e di un rinnovato interesse per l'autrice Pamela L. Travers (film come Saving Mr. Banks e Il ritorno di Mary Poppins, ora il musical italiano) la casa editrice Liberilibri pubblica per la prima volta in Italia una serie di testi della scrittrice australiana, tratti da conferenze e articoli di giornale, risalenti a un periodo tra la metà degli anni Sessanta e gli anni Ottanta: "La sapienza segreta delle api", a cura di Cesare Catà.
    Pamela L. Travers, nom de plume di Helen Lyndon Goff, era una donna stramba e coltissima, libera e solitaria, inflessibile e severa, che rifiutava di definirsi una scrittrice per l'infanzia e che preferiva pensarsi come una studiosa di mitologia e folclore. E' questo aspetto che emerge nella raccolta di inediti, in cui guida il lettore alla scoperta del lato oscuro delle fiabe, Mary Poppins compresa, una storia che in realtà presenta numerosi aspetti legati all'angoscia dei bambini. Una posizione che fa anche comprendere il duro scontro umano e professionale avuto dalla Travers con Walt Disney, nella traduzione cinematografica del suo personaggio più famoso: "due opposte concezioni delle fiabe, due divergenti visioni del mondo, due inconciliabili filosofie" scrive Cesare Catà nell'Introduzione. Catà ha selezionato e tradotto in italiano da "What the Bee knows. Reflections on Myth, Symbol and Story" (questo il titolo originale), pubblicato nel 1989, un florilegio ragionato di 21 testi che rappresentano "il testo più prezioso per tentare di chiarificare e di capire come la sua cultura e la sua vita influirono sulla scrittura di Pamela L. Travers", e dove emergono, "mescolati insieme sovente in modo inestricabile, elementi biografici importanti della vita dell'autrice e principî essenziali della sua filosofia, del suo credo critico, della sua visione del mondo". Ovvero: "una profonda conoscenza della mitologia e del mondo delle fiabe; le influenze di Yeats e George Russell, la lezione di Gurdjieff, la filosofia zen, gli studi antropologici, la psicanalisi e l'ermeneutica junghiane, l'astrologia esoterica, Shakespeare, Blake, Keats e la tradizione romantica". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA