Alla Fiera Ragazzi di Bologna, Sharjah ospite d'onore

Debutta settore Comics e graphics novel

(ANSA) - ROMA, 11 FEB -    Saranno 1500 gli espositori da oltre 80 paesi e sarà Sharjah il Paese Ospite d'Onore, con oltre 20 illustratori, visual artist e narratori dagli Emirati Arabi Uniti e da tutto il mondo arabo, della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna che si inaugurerà il 30 marzo 2020. Nel centenario della nascita sarà reso omaggio a Gianni Rodari, nato il 23 ottobre 1920, nel giorno d'apertura con la conferenza internazionale 'Gianni Rodari. Once upon a time: a revolution in children's literature'. A fare il punto sulla modernità dell'autore di Favole al telefono, tra gli altri Pino Boero, Jack Zipes, Silvana Sola e Martin Salisbury.

Alle numerose edizioni internazionali dell'autore è invece dedicato un focus al Caffè degli Autori, nel quale editori da diversi paesi racconteranno la sua popolarità oltre frontiera, dalla Russia agli Stati Uniti, dall'Iran alla Cina. Inoltre IBBY, di cui BolognaFiere è socio fondatore, proporrà il convegno Il coraggio di sognare in grande con un confronto tra i protagonisti dell'omonima antologia con la partecipazione di Berrnard Friot, scrittore, poeta e traduttore in francese di Rodari e l'illustratrice e autrice Beatrice Alemagna. La mostra Figure per Gianni Rodari: Eccellenze Italiane proporrà invece le opere originali di 21 artisti che hanno dato la loro personale interpretazione dell'opera del grande scrittore. Tra gli ospiti più attesi nel quartiere fieristico rinnovato nel 2019: gli scrittori Timothée De Fombelle, Susie Morgenstern, Fabio Geda, Nicola Lagioia, Nadia Terranova e il filosofo Telmo Pievani. Tra gli illustratori spiccano Lorenzo Mattotti, Gilles Bachelet, Beatrice Alemagna, Giulia Orecchia, Simona Mulazzani, i Comics Artist Mariko Tamaki, Antoine Dole, Antoine Le Feyer, Françoise Mouly, Art Director del New Yorker, Maria Russo, Children's Book Editor del New York Times. E tra gli studiosi Leonard S. Marcus e Jack Zipes. Leitmotiv della 57/ma edizione della Bologna Children's Book Fair, che si concluderà il 2 aprile, sarà "Giving life to children's content.

Tra le novità il debutto del settore Comics e Graphic Novels, in uno spazio dedicato e completamente nuovo, con oltre 30 espositori da Bao Publishing a Coconino Press, da Éditions Gallimard a Toon Books, da Il Castoro a Canicola Edizioni passando per i collettivi da Taiwan, Francia e Russia, per citarne alcuni. Parte così un'esplorazione globale di uno dei segmenti del comparto editoriale in maggiore espansione. Nell'ultimo anno, negli Stati Uniti, comics e graphic novel per ragazzi hanno registrato un incremento nelle vendite del 14,5%; nello stesso periodo in Italia si registra invece un incremento del 42- 39%. Prendendo in considerazione invece il periodo dal 2015 a oggi, l'incremento arriva al 300%. Nasce anche una nuova categoria permanente, dedicata a questo settore, del BolognaRagazzi Award e numerosi incontri che affrontano temi diversi: il business dei diritti, la sfida della traduzione, anche nei manga, le trasposizioni dalla pagina allo schermo come il caso di Hilda, fumetto di Luke Pearson, diventato serie animata di Netflix.

L'illustrazione, da sempre al centro della Fiera, vedrà nel 2020 la partecipazione di 2.574 illustratori da 66 Paesi per un totale di 12.870 tavole visionate da una giuria di cinque esperti internazionali provenienti dal mondo dell'illustrazione e dell'editoria per ragazzi. Focus anche sulle differenze di genere ancora presenti nei libri per ragazzi con l'incontro Challenging the Norms in Children's Books e altro focus sugli audiolibri. Attenzione speciale al BolognaRagazzi Award. Tante le iniziative in città tra cui il concorso di illustrazione Il Bambino Spettatore che aprirà il 22 febbraio al Teatro Testoni Ragazzi. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie