Morto Vanni Leopardi, discendente e testimonial di Giacomo

Una vita per accompagnare la poetica leopardiana nella modernità

(ANSA) - RECANATI, 04 NOV - E' morto il conte Vanni Leopardi, discendente del poeta. Aveva 77 anni ed era malato da tempo.
    Considerato il decano di Casa Leopardi, è stato molto attivo nel promuovere la figura e l'opera di Giacomo in Italia e all'estero, un testimonial a tutti gli effetti della poetica leopardiana che ha accompagnato con successo nella modernità. la morte lo ha colto al culmine delle celebrazioni per il bicentenario de L'Infinito. A settembre aveva partecipato all'inaugurazione dell'Orto dell'Infinito con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ma sono state moltissime lo occasioni che lo hanno visto in prima linea nella valorizzazione dell'opera leopardiana, dal'apertura di Palazzo Leopardi al pubblico, alle manifestazioni di giugno a Recanati, alla celebre diretta Tv con Carmelo Bene affacciato sulla piazzola del Sabato del Villaggio nel 1987, fino alle celebrazioni per l'Infinito.
    Lascia la figlia Olimpia, con i tre nipoti e il fratello Mimmo.
    I funerali mercoledì alle 16 a Recanati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA