Carl Safina in Italia per Premio Merck

12/7 a Villa Miani a Roma premiazione, premio speciale a Russo

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Il naturalista americano Carl Safina è il vincitore del Premio Letterario Merck 2018 con il saggio 'Al di là delle parole' (Adelphi). Con questo libro la casa editrice Adelphi inaugura la collana 'Animalia' sulla scia di alcune pubblicazioni di 50 anni fa come quella, fortunatissima, di Konrad Lorenz con L'anello di re Salomone. Safina sarà a Roma il 12 luglio per la cerimonia di premiazione della 16/a edizione, a Villa Miani. Autore di numerosi libri sulla relazione tra gli esseri umani e il mondo naturale, in 'Al di là delle parole' Safina ci fa compiere un viaggio nei sentimenti degli animali che provano paura, gioia e tristezza. Da ricercatore sul campo ci conduce in una riserva africana con elefanti dalle variegate personalità; nel parco di Yellowstone, dove i lupi sono stati reintrodotti di recente e nelle acque del Pacifico nordoccidentale con cetacei di diverse specie.
    Un Premio Speciale è stato assegnato a Lucio Russo, fisico e storico della scienza. Autore di numerosi libri tra cui 'Perché la cultura classica. La risposta di un non classicista' (Mondadori 2018), Russo è stato premiato per aver "riproposto all'attenzione del pubblico l'urgenza della riunificazione delle due culture, scientifica e umanistica, che è anche la finalità principale del Premio Letterario Merck. Nel corso della cerimonia saranno premiati anche gli studenti vincitori del concorso 'La scienza narrata'. La giuria è composta da critici, giornalisti e scienziati italiani.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA