Torna 'Urbino e le Città del Libro'

Dal 18 al 20 maggio la quinta edizione

(ANSA) - ROMA, 17 MAG - Con il claim 'Strade che non portano a Roma' torna, dal 18 al 20 maggio, il festival letterario 'Urbino e le Città del Libro', curato da Alessio Torino e realizzato con la collaborazione di Marco Cassini e Gianmario Pilo della Grande invasione di Ivrea. Ad aprire l'edizione 2018 sarà Morgan con un intervento su 'Urbino, luce della bellezza e della letteratura'. Saranno poi protagoniste Sara Gamberini, al suo esordio con 'Maestoso è l'abbandono' (Hacca Edizioni) e Mary Barbara Tolusso con 'L'esercizio del distacco' (Bollati Boringhieri). E Anna Bonaiuto, David di Donatello come migliore attrice protagonista per il film 'L'amore molesto' di Mario Martone, tratto dal romanzo di Elena Ferrante, chiuderà la prima giornata con letture dalla tetralogia 'L'amica geniale' (edizioni e/o). Viaggio nella letteratura e nell'arte, il festival ospiterà scrittori, editori, illustratori, musicisti e attori come l'eritreo Saleh Addonia e il maestro del fumetto argentino José Munoz, al quale è dedicata anche una mostra.
    Tra i protagonisti anche Roberto Camurri, Dori Ghezzi, Giordano Meacci, Francesca Serafini, Neri Marcorè, Matthias Martelli, Giordano Meacci e Marco Rossari. E poi Mariantonia Avati, Vanni Bianconi, Luca Cesari, Andrea Esposito, Andrea Gentile, Peppe Millanta, Giuliano Pesce, Guido Scarabottolo, Valerio Varesi e Alessandro Zaccuri.
    Sostenuto dall'amministrazione comunale, il festival letterario con il claim dell'edizione 2018 vuole invitare a "considerare centro ciò che potrebbe sembrare marginale". Uno spazio è riservato anche a bambini e ragazzi, dai 3 agli 11 anni, con le letture, mostre e laboratori di 'Urbino Città dei piccoli'. "Ci fa particolarmente piacere che in questa edizione ci sia una sezione specifica per i bambini, dove si incontrano storie, illustrazioni, parole scritte e narrazione orale" ha sottolineato il sindaco Maurizio Gambini.
    A chiudere l'edizione 2018 sarà Andrea Pomella che parlerà del suo romanzo Anni luce (add editore), con cui è nella dozzina del Premio Strega 2018. Tra le mostre quella dedicata alle copertine e ai progetti grafici studiati da Silvana Amato per la casa editrice romana 66thand2nd.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA