Un romanzo racconta 'la violenza assistita'. E' il caso dei figli Alfaparlanti

Le storie di Marinella Ferranti in un poliziesco utopico

Bambini costretti ad assistere a momenti reiterati di violenza tra i loro genitori, anche se già separati o divorziati. Figli costretti a tacere con tutti, perché i panni sporchi si lavano in famiglia. E' la violenza assistita, raccontata da Marinella Ferranti nel suo romanzo 'Il caso dei figli alfaparlanti': un poliziesco utopico, che apre nuovi orizzonti sul ruolo degli adulti e sulla mentalità dei giovani.


La storia, ambientata tra il quartiere romano della Garbatella e l'isola di Capri, vede protagonisti giovani di varie età, supportati da rappresentanti delle istituzioni come poliziotti e magistrati, che conducono l'indagine sui ragazzi scomparsi e li aiutano a realizzare il loro sogno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA