èStoria, festival che racconta identità

A Gorizia ospiti e incontri per un'edizione interdisciplinare

(ANSA) - ROMA, 18 MAG - Ripartire da una profonda riflessione sull'identità italiana e sul senso di appartenenza a un Paese dalle mille contraddizioni: non poteva esserci titolo migliore di 'Italia mia' per connotare nel 2017 èStoria, il Festival internazionale della Storia che si svolgerà dal 25 al 28 maggio a Gorizia. Quattro giornate animeranno la città con 150 eventi tra convegni, presentazioni, dialoghi, spettacoli, mostre, proiezioni di film e altre iniziative, per una XIII edizione particolarmente ricca di incontri e ospiti (in tutto circa 200, tra cui Massimo Cacciari, Sergio Romano, Bernard Guetta, Nigel Newton, Gilles Pécout, Gian Antonio Stella, Igiaba Scego, Marco Travaglio). Tanti i temi, con l'obiettivo di parlare dell'identità italiana senza retorica o assunti pregiudiziali, ma anche cercando anche di aprire la Storia a un approccio interdisciplinare, favorendo connessioni con la letteratura, il cinema, l'arte, l'antropologia. Nella giornata del 27 sarà poi conferito il Premio èStoria 2017 ad Alberto Angela.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA