Bookabook, casa editrice in crowdfunding

16 mila titoli venduti nel 2016

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Start-up di successo, 'bookabook' (www.bookabook.it) ha aperto la strada a un nuovo modo di fare editoria, in cui le storie prima di diventare libri incontrano il favore dei lettori, e si è imposta come prima casa editrice italiana in crowdpublishing, con 16 mila titoli venduti nel 2016. Il catalogo va dalla saggistica alla narrativa, ai libri illustrati, young adult e per bambini. Fondata nel 2014 da un giovane team di età media 27 anni, prevalentemente femminile, bookabook ha appena stipulato un accordo con Messaggerie Libri per la distribuzione in libreria.
    Tra gli autori che ha fatto conoscere bookabook, l'esordiente Elisa Luvarà, autrice di 'Un albero al contrario' di cui ha venduto i diritti a Rizzoli che lo ha appena pubblicato. "Il nostro modello - afferma Tomaso Greco, co-founder della casa editrice - è solo in parte simile alla britannica Unbound e alla statunitense Inkshares, quello che rende bookabook unica è aver adattato i meccanismi del crowdfunding alla realtà editoriale italiana".
    "Cerchiamo di seguire - spiega Greco - tutto quello che innova in editoria, in Italia e all'estero". Oltre agli autori emergenti, la piattaforma ha dato spazio a progetti di scrittori conosciuti come 'Gli Scaduti' di Lidia Ravera e 'Mar Bianco' di Claudio Giunta, poi pubblicati rispettivamente da Bompiani e Mondadori. Attualmente i lettori della community online sono oltre 41.000, hanno consentito di arrivare a 16.000 copie vendute con 60 campagne finanziate e 29 titoli a catalogo. Tra questi 'Papà, Van Basten e altri supereroi' di Edoardo Maturo, che sarà presentato il 29 marzo a Milano.
    Dopo una pre-selezione qualitativa delle proposte a cura di editor professionisti, sono i lettori ad avere l'ultima parola sulla scelta dei libri da pubblicare: scaricano gratuitamente l'anteprima e, se desiderano continuare a leggere, possono preordinare una copia in cartaceo o ebook. L'innovazione è stata premiata anche dal Comune di Milano che ha assegnato a bookabook il primo posto nel bando Start-up in rete. Nel contest internazionale per l'editoria futura, Renew the book è arrivata seconda su oltre 56 realtà innovative ed è l'unica start-up italiana ammessa alle finali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie