Egiziano Remon, ho il coraggio del cuore

Il viaggio bevendo acqua e benzina e la nuova vita in Italia

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - Coraggio, incoscienza. Non voleva rinunciare ai suoi sogni e non voleva più vivere fra attentati e persecuzioni religiose l'egiziano cristiano Remon. Così a 14 anni, da solo, ha lasciato nel 2013 il suo paese, l'Egitto, per raggiungere su un peschereccio semidistrutto l'Italia, una terra sconosciuta, di cui non parlava la lingua. Un viaggio diventato ora un libro, 'Il mare nasconde le stelle' - che esce il 28 gennaio per Garzanti e sarà presentato a Roma il 1 febbraio - in cui Francesca Barra, giornalista e scrittrice, ha raccolto la sua voce. Ha dato corpo alla "storia vera di Remon, il ragazzo venuto dalle onde" che "preferirebbe morire" piuttosto che fare di nuovo quella traversata.
    In un barcone per centosessanta ore, bevendo acqua mescolata a benzina, con 180 persone e il rischio di affondare, Remon sapeva che stava "andando verso la vera libertà" racconta. Penso - spiega - di aver avuto un grande coraggio, non quello della forza fisica e dei muscoli, ma il coraggio che hai dentro al cuore".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA