Franceschi, la mia battaglia contro Isis

Italiano a Kobane, combattente dopo incontro con bambini soldato

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - Era andato a Kobane per aiuti umanitari ma quello che ha visto lo ha spinto a combattere contro l'avanzata dell'Isis. Karim Franceschi, attivista politico, figlio di un ex partigiano e di una marocchina, l'unico italiano che a 25 anni ha preso parte, nel gennaio 2015, alla resistenza in Siria, racconta quello che ha vissuto nel libro 'Il combattente' (Rizzoli Bur). "L'Isis è un nemico ancora da capire a fondo ma è un male che dobbiamo debellare. Non bastano le bombe, bisogna sostenere i popoli e le zone in cui l'Isis agisce. La più grande sconfitta dell'Isis sarebbero Mosul e Raqqa libere, con idee democratiche" dice Karim, in questi giorni a Roma con il suo libro scritto con il giornalista Fabio Tonacci che non ha voluto apparire in copertina perchè questa "E' la tua storia, Karim" ha detto al combattente. Parte dei proventi saranno devoluti dall'autore alla ricostruzione di Kobane e per chi volesse contribuire www.helpkobane.com

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA