Gabriele Salvatores presidente Los Angeles, Italia

Festival pre-Oscar dedicato ad Al Pacino che compie 80 anni

Il regista premio Oscar Gabriele Salvatores ("Mediterraneo") è stato selezionato dall'Istituto Capri nel mondo come presidente della 15a edizione di Los Angeles, Italia - Film, Fashion and Art Fest, che quest'anno si svolgerà dal 2 all'8 febbraio presso il Chinese Theatre di Hollywood. Quest'anno la kermesse arriverà a Hollywood alla vigilia degli Oscar, con un parterre di celebri artisti italiani e italo-americani e un ricco programma di anteprime, retrospettive e mostre che metteranno in primo piano il cinema e la cultura del nostro paese.
    In occasione dell'80° compleanno di Al Pacino (25 aprile), La Italia 2020 sarà dedicato a questo attore leggendario e ai suoi successi indimenticabili, con una retrospettiva dei suoi film più importanti: "Il Padrino"(1972), "Serpico"(1973), "Quel pomeriggio di un giorno da cani"(1975), "Scarface"(1983), "Profumo di donna"(1992), "Carlito's Way"(1993), "Donnie Brasco"(1997), "Once Upon a Time… In Hollywood" e "The Irishman(2019)".
    Lo hanno annunciato Franco Nero, icona del cinema italiano, e Pascal Vicedomini, fondatore e produttore del festival.
    Presidente onorario torna il produttore Mark Canton. La 15a edizione di Los Angeles, Italia è presentata dall’Istituto Capri nel mondo con il sostegno del Ministero delle Attività e dei Beni Culturali e Turismo (DG Cinema e Audiovisivo), ANICA, APA, Intesa Sanpaolo, la SIAE, la National Italian American Foundation, Iervolino Entertainment, Rai Cinema, Mediaset Italia e ISAIA, nonché la Hollywood Chamber of Commerce, il Consolato Generale e l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles.
"Gabriele Salvatores è l'artista ideale a presiedere l'attuale edizione del festival. Il suo amore per il nostro paese, il suo sostegno e il suo importante contributo alla nostra cultura non conosce frontiere. Siamo - hanno aggiunto Franco Nero e Pascal Vicedomini - inoltre felici di avere l'occasione di festeggiare l'80° compleanno di Al Pacino, attore unico, che nel corso della sua lunghissima carriera ha dato vita a personaggi straordinari, vere e proprie icone del cinema, diventando uno degli artisti più noti e amati in tutto il mondo". Gabriele Salvatores ha iniziato la sua carriera come regista teatrale nel 1972, fondando il Teatro dell'Elfo a Milano, in cui è rimasto attivo fino al 1989, anno in cui ha esordito nel cinema con il road movie "Marrakech Express". Dopo questo primo successo sono seguiti "Turné", presentato nel 1990 al festival di Cannes, e "Mediterraneo" (1991), che ha vinto l'Oscar come Migliore film in lingua straniera nonché tre David di Donatello. Alfredo James "Al" Pacino ha esordito sul grande schermo negli anni '70, nel corso di un decennio che resta fra i più interessanti del cinema americano. Grazie al suo talento e al suo fascino, è diventato subito uno degli attori più amati e seguiti da parte del pubblico internazionale. Vanta una carriera di oltre 50 anni, costellata da numerosissimi premi e riconoscimenti, fra cui otto nomination agli Oscar, vincendone uno per il remake americano di "Profumo di donna", film con cui si è aggiudicato anche due Tony Awards e due Primetime Emmy Awards. È fra i pochi attori ad aver ricevuto il Triple Crown of Acting. È stato inoltre onorato con 17 nomination ai Golden Globes (vincendone quattro) e con 4 candidature ai BAFTA awards (vincendone uno). Ha vinto inoltre l' AFI Life Achievement Award, il Cecil B. DeMille Award e il National Medal of Arts

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA