Divi e storie vere tra gender e omofobia

Viaggio nell'identità sessuale, da A Kid like Jake a Boy Erased

Teenager omosessuali vittime di terapie di 'rieducazione' (Boy Erased con Lucas Hedges, Nicole Kidman, Russell Crowe e The miseducation of Cameron Post con Chloe Grace Moretz), un bambino di quattro anni che ama vestirsi da principessa (A kid like Jake con Jim Parsons), la scoperta adolescenziale di sentimenti verso coetanei dello stesso sesso (Zen sul Ghiaccio sottile, Let me fall, Skam Italia); l'amore omosessuale, fra quotidiano e voglia di genitorialità (Mamma + mamma). Sono fra le strade attraverso le quali la Festa del Cinema di Roma (18-28 ottobre), sia nella selezione ufficiale e che in Alice nella città, sezione autonoma rivolta alle giovani generazioni, esplora gender, identità sessuale e omofobia, con opere spesso ispirate da storie vere.

E' da Oscar il cast di Boy Erased, dal libro di memorie di Garrard Conley: alla regia c'è Joel Edgerton, che è anche fra gli interpreti principali insieme a Nicole Kidman, Russell Crowe, Xavier Dolan e il protagonista Lucas Hedges. Il giovane attore, già candidato all'Oscar per Manchester By The sea, si cala nei panni di Jared, 19enne gay figlio di un pastore battista, che per non essere allontanato dalla famiglia, accetta di sottoporsi a un programma di 'riconversione sessuale'. "Leggendo il libro mi sono infuriato. L'ho visto come la storia di una famiglia che si ama profondamente, ma fede e ideali li mettono uno contro l'altro" ha detto Edgerton a Queerty. Anche in The miseducation of Cameron Post di Desiree Akhavan la giovane protagonista adolescente (Chloe Grace Moretz) viene mandata a seguire a una terapia di 'riconversione' dopo essere stata sorpresa a baciarsi con una ragazza. Cameron però si ribella. "Sono stata una sostenitrice della comunità Lgbtq, sin da bambina, quando i miei fratelli hanno fatto coming out - ha spiegato Chloe Grace Moretz a Newsweek -. Il film non mi ha solo colpito emotivamente, per me racconta in modo veritiero le prime relazioni dei giovani gay".

Il tema riflesso da una prospettiva adolescenziale ritorna ad Alice nella città, con due film e una serie tv. Nell'islandese Let me fall di Baldvin Z., la forma è di spietato romanzo di formazione nel quale le due protagoniste, tra cui nasce un amour fou, condividono un percorso sfrenato di eccessi. Nella seconda stagione di Skam Italia, la serie di TimVision ispirata all'omonimo teen drama norvegese, è protagonista il liceale Martino (Federico Cesari) che prende consapevolezza della propria omosessualità, riuscendo a vivere una storia con un ragazzo conosciuto a scuola, Niccolò (Rocco Fasano). In Zen sul ghiaccio sottile, opera prima di Margherita Ferri, al centro della storia c'è Maia detta Zen (Eleonora Conti) 16enne talento dell'hockey, che nel piccolo centro dove vive è costantemente bullizzata per il suo aspetto e le sue scelte. Insieme a Vanessa, ragazza di un suo compagno di squadra, affronta i dubbi sulla sua identità. "L'inquietudine del sapersi "diversi", la magia di essere attratti da una persona del proprio genere senza sapere cosa stia succedendo o nemmeno dare un nome a quel sentimento, il desiderio di essere visti e accettati per quello che si è: queste emozioni sono state l'essenza della mia vita da adolescente e oggi lo sono del film" ha spiegato la regista.

Si è ispirata alla propria storia personale anche Karole Di Tommaso, che, in 'Mamma + mamma', dov'è interpretata da Linda Caridi, racconta la strada verso la maternità vissuta con la sua compagna. Infine, il divo di Big Bang Theory, Jim Parsons (che sarà alla Festa del Cinema di Roma), in A kid like Jake del regista transgender Silas Howard si cala nei panni del papà (la mamma è interpretata da Claire Danes) di un brillante bambino di 4 anni che ama vestirsi da principessa. Una fase o segnali precoci di un disagio legato all'identità di genere? "Il modo in cui il film affronta l'argomento - ha spiegato a Metro Parsons, gay dichiarato, che è anche coproduttore del film - spero aiuti a fugare i timori di chi non comprende queste tematiche o non ci si è mai confrontato. Non c'è niente di cui aver paura".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA