Venezia, è tris Italia tra horror, razzismo e Capri

Sono Guadagnino, Martone, Minervini

Un remake-horror d'autore firmato da Luca Guadagnino come SUSPIRIA, la storia di un'isola dove si respira da sempre la libertà come è in CAPRI - REVOLUTION di Mario Martone e, infine, CHE FARE QUANDO IL MONDO E' IN FIAMME (What You Gonna Do When The World's on Fire) di Roberto Minervini sulla mai davvero risolta questione razziale negli Usa.

Questo il terzetto italiano in concorso nella 75/a edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (29 agosto - 8 settembre) che si annuncia davvero 'monstre', extra-large per qualità e offerte.

SUSPIRIA DI GUADAGNINO (LA SCHEDA)

CAPRI - REVOLUTION DI MARTONE (LA SCHEDA)

 

WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD'S ON FIRE DI MINERVINI (LA SCHEDA)

Alberto Barbera spiega alla presentazione a Roma che sul fronte Italia "c'è oggi una realtà ricca di fermenti e significativi tentativi di andare comunque 'oltre'. Ovvero una fase propositiva forte con la volontà chiara di non andare incontro ai gusti più facili". Questo sembra però non valere per IL VIZIO DELLA SPERANZA di Edoardo De Angelis che, come con il suo INDIVISIBILI, ha mancato ancora una volta il concorso al Lido (andrà alla Festa di Roma). Alla domanda sul perché della sua esclusione, Barbera senza giri di parole risponde: "De Angelis ha un grande talento, ma non ha trovato ancora una forma compiuta che lo porti, almeno per ora, a un film risolto. Essendo un autore affermato, non avrebbe poi accettato una collocazione non competitiva. Rispetto ai film scelti - conclude - il suo era quello che aveva qualche problema in più".

Barbera descrive SUSPIRIA di Guadagnino,come una "sorpresa, un remake ambizioso con una Tilda Swinton mai vista prima, impressionante che interpreta ben tre ruoli". Di scena nel film una scuola di danza in cui si agitano le vite della direttrice artistica (Swinton), di un'ambiziosa e giovane ballerina (Dakota Johnson) e di uno psicoterapeuta in lutto (Lutz Ebersdorf). Per tutti sarà incubo. Sarà curioso vedere come il regista siciliano, capace di grande introspezione psicologica, si misurerà con questo horror e, soprattutto, con il pre-giudizio dei tanti fan di Dario Argento. In CAPRI-REVOLUTION, Martone rinnova invece la sua voglia di rileggere la storia a modo suo e ci porta a Capri nel 1914, a ridosso delle prima guerra mondiale. Qui una comune di giovani nordeuropei trova il luogo ideale per la propria ricerca esistenziale e artistica. Il film narra così l'incontro tra Lucia, una giovane e semplice capraia (Marianna Fontana), la raffinata comune proto-hippie guidata da Seybu (Reinout Scholten van Aschat) e il giovane medico del paese (Antonio Folletto). Ma nel film, su tutto, protagonista il magnetismo dell'isola che da sempre ha attirato gli amanti della libertà. Con CHE FARE QUANDO IL MONDO E' IN FIAMME? di Roberto Minervini, di scena l'America in preda al razzismo. Il regista, che vive tra Italia e Usa, racconta il ritratto intimo di una comunità nera che nell'estate del 2017, dopo una serie di brutali uccisioni di giovani africani da parte della polizia, cerca di mantenere un po' di dignità e rispetto.

Tra gli altri film italiani annunciati oggi da Barbera: L'AMICA GENIALE di Saverio Costanzo (Fuori Concorso), ovvero le prime due puntate della serie Hbo-Rai-Timvision tratta dal primo volume della quadrilogia bestseller di Elena Ferrante. Sempre fuori concorso IL DIARIO DI ANGELA - NOI DUE CINEASTI di Yervant Gianikian e UNA STORIA SENZA NOME di Roberto Andò che prende spunto da uno dei più grandi e misteriosi furti d'arte di sempre: quello a Palermo nel 1969 della Natività del Caravaggio. Ancora, fuori concorso, LES ESTIVANTS di Valeria Bruni Tedeschi, una storia familiare dal sapore autobiografico delle estati della famiglia Bruni Tedeschi con tanto di veri familiari e servitù; ISIS, TOMORROW. THE LOST SOULS OF MOSUL di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi, un diario di guerra di una delle battaglie più feroci contemporanee e infine 1938, DIVERSI di Giorgio Treves, una memoria sulle leggi razziali nell'80/o anniversario della loro promulgazione.

Ad Orizzonti, infine, quattro film tra cui l'atteso film Netflix SULLA MIA PELLE di Alessio Cremonini sulle ultime ore della vicenda umana e giudiziaria di Stefano Cucchi, interpretato da Alessandro Borghi che dice di questo suo lavoro: "Stefano è stato al mio fianco in questi mesi e lo sarà in quelli che verranno". Sempre ad Orizzonti UN GIORNO ALL'IMPROVVISO di Ciro D'Emilio e LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO di Emanuele Scaringi tratto dalla nota opera a fumetti di Zerocalcare. Per citare solo alcuni dei titoli.

TUTTI I FILM IN CONCORSO

- FIRST MAN - FILM D'APERTURA di DAMIEN CHAZELLE (Usa)

- THE MOUNTAIN di RICK ALVERSON (Usa)

- DOUBLES VIES di OLIVIER ASSAYAS (Francia)

- THE SISTERS BROTHERS di JACQUES AUDIARD (Francia, Belgio, Romania, Spagna)

- THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di ETHAN COEN, JOEL COEN (Usa)

- VOX LUX di BRADY CORBET (Usa)

- ROMA di ALFONSO CUARON (Messico)

- 22 JULY di PAUL GREENGRASS (Norvegia, Islanda)

- SUSPIRIA di LUCA GUADAGNINO (Italia)

- WERK OHNE AUTOR (OPERA SENZA AUTORE) di FLORIAN HENCKEL VON DONNERSMARCK (Germania)

- THE NIGHTINGALE di JENNIFER KENT (Australia)

- THE FAVOURITE di YORGOS LANTHIMOS (Gran Bretagna, Irlanda, Usa)

- PETERLOO di MIKE LEIGH (Gran Bretagna, Usa)

- CAPRI-REVOLUTION di MARIO MARTONE (Italia, Francia)

- WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD'S ON FIRE? di ROBERTO MINERVINI (Italia, Usa, Francia)

- NAPSZALLTA (SUNSET) di LASZLO NEMES (Ungheria, Francia)

- FRÈRES ENNEMIS di DAVID OELHOFFEN (Francia, Belgio)

- NUESTRO TIEMPO di CARLOS REYGADAS (Messico, Francia, Germania, Danimarca, Svezia)

- AT ETERNITY'S GATE di JULIAN SCHNABEL (Usa, Francia)

- ACUSADA di GONZALO TOBAL (Argentina, Messico)

- ZAN (KILLING) di SHINYA TSUKAMOTO (Giappone)

TUTTI I FILM FUORI CONCORSO EVENTO SPECIALE

- THE OTHER SIDE OF THE WIND di ORSON WELLES (Usa)

- THEY'LL LOVE ME WHEN I'M DEAD di MORGAN NEVILLE (Usa)

PROIEZIONI SPECIALI

- L'AMICA GENIALE di SAVERIO COSTANZO (Italia, Belgio)

- IL DIARIO DI ANGELA - NOI DUE CINEASTI di YERVANT GIANIKIAN con YERVANT GIANIKIAN e ANGELA RICCI LUCCHI (Italia)

FICTION

- UNA STORIA SENZA NOME di ROBERTO ANDÒ (Italia, Francia)

- LES ESTIVANTS di VALERIA BRUNI TEDESCHI (Francia, Italia)

- A STAR IS BORN di BRADLEY COOPER (Usa)

- MI OBRA MAESTRA di GASTON DUPRAT (Argentina, Spagna)

- A TRAMWAY IN JERUSALEM di AMOS GITAI (Israele, Francia)

- UN PEUPLE ET SON ROI di PIERRE SCHOELLER (Francia, Belgio)

- LA QUIETUD di PABLO TRAPERO (Argentina)

- DRAGGED ACROSS CONCRETE di S. CRAIG ZAHLER (Canada, Usa)

- YING (SHADOW) di ZHANG YIMOU (Cina)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA