Al di là dell'uno, meditazione su amore

Opera della Marziano in gara al festival documentario di Jihlava

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - "Come amare, come non amare? E cosa significa questo amare, a livello più ampio, in gruppi sociali? Attraverso incontri con varie persone in India e in Europa, il film è diventato un'ampia meditazione che spinge le spettatore a riposizionarsi continuamente per riflettere sugli equilibri individuali tra desideri e realtà, sul bisogno di comunità e il bisogno di libertà". A parlare è la regista Anna Marziano a proposito della sua opera 'Al di là dell'uno', in concorso nella sezione principale 'Opus Bonum' e in première europea il 27 ottobre al 21/o festival internazionale del documentario di Jihlava, in Repubblica Ceca.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA