Talenti a Venezia da George Clooney a Jennifer Lawrence

Michael Caine, le lady Dench e Mirren nel cartellone star

Red carpet affollato al Lido per Venezia 74. Ad accompagnare i film annunciati nel cartellone della Mostra del cinema (30 agosto - 9 settembre) ci saranno talenti con la tripla A. Le star insomma, popolari, amate dai giovani e mostri sacri della storia del cinema, sono uno degli elementi caratterizzanti il festival di quest'anno.
    Dopo il colpo gobbo di due Leoni d'oro alla carriera da urlo: ROBERT REDFORD e JANE FONDA, due monumenti del cinema, riuniti nel film Our Souls at night (Fuori Concorso), si prosegue con lady JUDI DENCH, l'innamorata regina Vittoria di Victoria & Abdul di Stephen Frears, MICHAEL CAINE che in My Generation di David Batty (Fuori concorso non fiction) racconterà la swinging London degli anni '60, di cui è stata protagonista un'altra diva annunciata oggi: HELEN MIRREN che con DONALD SUTHERLAND interpreta The Leisure Seeker di Paolo Virzì (concorso).
    CHARLOTTE RAMPLING è il volto unico di Hannah di Andrea Pallaoro (in concorso), mentre FRANCES MCDORMAND è in Three Billboards outside ebbing, Missour di Martin McDonagh (concorso) Star al top della popolarità nel film di Aronofky Mother! con JENNIFER LAWRENCE, MATT DAMON in Suburbicon di GEORGE CLOONEY (bagno di folla con Amal e i gemelli che trascorrono l'estate sul lago di Como?) e in Downsizing di Alexander Payne, attesissimo film d'apertura, JAVIER BARDEM e PENELOPE CRUZ innamorati anche sullo schermo in Pablo Escobar (Loving Pablo) di Fernando Leon de Aranoa (fuori concorso), SIENNA MILLER che accompagnerà The Private Life of a Modern Woman di James Toback (fuori concorso), JIM CARREY uno e trino in Jim & Andy di Chris Smith (F.concorso non fiction), JULIANNE MOORE (è in Suburbicon e riceverà l'1 settembre il neonato premio Franca Sozzani), ISABELLE HUPPERT in Marvin di Anne Fontaine (Orizzonti), KIRSTEN DUNST protagonista di Woodshock (cinema nel giardino) delle sorelle Mulleavy, le designer ideatrici del brand Usa Rodarte che si sperimentano come autrici cinematografiche. Senza citare i tanti attori italiani - da MICAELA RAMAZZOTTI a CLAUDIO SANTAMARIA, da CLAUDIA GERINI a VALERIA GOLINO - che in un cartellone che vuole dare giustizia alla svolta generazionale del cinema italiano, saranno presenti nei giorni del festival.
    Non proprio divi del cinema ma ugualmente star della cultura e dello spettacolo anche altri due nomi che arriveranno al Lido: l'artista dissidente cinese AI WEIWEI che vive a Berlino e porta in concorso Human Flow (sul tema dei migranti) e il musicista giapponese RYUICHI SAKAMOTO, autore di memorabili colonne sonore (L'ultimo imperatore, Redivivo) che guarito dal tumore che lo aveva colpito accompagna alla Mostra il documentario che Stephen Nomura Schible gli ha dedicato (f. concorso non fiction).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA