Morto a 89 anni l'attore Martin Landau

Vincitore Oscar nel ruolo di Bela Lugosi in film Ed Wood (1994)

Addio all'attore Martin Landau, 89 anni, mitico comandante Koenig della serie tv di fantascienza Spazio 1999, e premio Oscar nel 1995 come miglior attore non protagonista per il ruolo del sofferente Bela Lugosi nel film di Tim Burton, "Ed Wood". La sua carriera nel cinema è stata lunga: é cominciata presto ma i frutti sono stati raccolti dall'attore in tarda età.
Nato a Brooklyn, il 20 giugno del 1928, figlio di Morris e di Selma Landau, coppia d'immigrati austriaci di origine ebraica, Martin aveva cominciato a lavorare giovanissimo. A 17 anni infatti già era entrato al New York Daily News come fumettista e illustratore. Ma lui sognava una carriera diversa, voleva a tutti i costi diventare un attore. Così, a 23 anni debutta con Detective Story in un teatro del Maine e nel 1955 viene ammesso all'Actor's Studio, la selettiva scuola di recitazione di Lee Strasberg. Solo lui e Steve McQueen erano passati all'audizione a cui avevano partecipato 2000 aspiranti attori. Quindi la stoffa d'attore c'era.  La sua carriera di attore subisce un'impennata a fine anni '80.
Martin ha compiuto sessanta anni, nel 1988, quando conquista un ruolo importante assieme a Jeff Bridges, nel film "Tucker - Un uomo e il suo sogno", del regista Francis Ford Coppola. Arriva la nomination agli Oscar e vince finalmente un Golden Globe.
L'anno successivo recita in Crimini e misfatti (1989), insieme a Woody Allen.
Nel 1993 Martin divorzia dalla moglie Barbara Bain, dalla quale ha avuto due figlie: Susan (1960, produttrice) e Juliet (1965, attrice). L'Oscar quale miglior attore non protagonista giunge nel 1995 e premia la sua interpretazione di Bela Lugosi in Ed Wood (1994), per la regia di Tim Burton.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA