Neri e Amato coppia piena di dolore

In sala The Habit of Beauty, opera prima di Mirko Pincelli

Tra lutto, famiglia, dolore e working class londinese si svolge la trama di 'The Habit of Beauty', opera prima di Mirko Pincelli, in sala dal 22 giugno con Europictures. Elena (Francesca Neri) ed Ernesto (Vincenzo Amato), sono una coppia londinese 'scoppiata' dopo la tragica morte del figlio Carlo di 11 anni.

Lei è una gallerista d'arte e lui un fotografo famoso. Dopo tre anni da quell'incidente Ernesto torna dall'ex moglie per un ultimo saluto (ha una malattia mortale) e per fare, proprio da lei, l'ultima mostra-testamento. È l'occasione per Ernesto di far conoscere all'ex moglie il giovane Ian (Nico Mirallegro), un ragazzino coattello della working class londinese appena uscito dalla galera. Un ragazzo problematico, ma con la passione per la fotografia, comunque abbastanza indifeso e perfetto per diventare una sorta di 'doppio' del figlio scomparso. All'oscuro dello stato di salute di Ernesto, Elena incontra così Ian, divenuto nel frattempo suo assistente alla fotografia. All'inaugurazione della mostra-testamento, Ernesto però non si presenta. Una delle sue ennesime fughe. Elena intuisce che, per la prima volta dalla morte del figlio, Ernesto è tornato in Italia e le Alpi italiane diventeranno il luogo per cercare di ricucire il loro rapporto.

"Dopo tre documentari - spiega il regista - ho voluto cimentarmi con il lungometraggio, realizzando un film molto personale. Con Enrico Tessarin volevamo scrivere e produrre un film su problemi che sentivamo sulla nostra pelle e cercare di raccontarli senza compromessi. Abbiamo iniziato a sviluppare lo script sul rapporto di amore-odio che abbiamo con Londra, città piena di follia e contrasti, come un'incarnazione del 'male di vivere' del giorno d'oggi". Proprio come Ian, continua Pincelli, "ho trovato la mia salvezza grazie al sostegno della famiglia e alla passione che condivido con mio padre: la fotografia. È quasi diventata un'ossessione e mi ha dato la forza di fare qualcosa di diverso, creato dal nulla. Sono affascinato - continua - dal modo in cui la società di oggi ci spinge a conformarci e ci fa scendere a compromessi; ci fa concentrare più su quello che sembriamo e appariamo invece su chi siamo veramente. Questo, per me, è il problema che i protagonisti de The habit of beauty devono affrontare. Ernesto, Elena, Stuart, Ian e tutti i personaggi che li circondano - conclude -, hanno vissuto la loro vita creando un'immagine di successo, una posizione sociale che li definisca come professionisti e come persone. Facendo così hanno però sacrificato tutto il resto: la famiglia, l'amore, le relazioni, l'etica. Neanche la morte del proprio figlio interrompe l'ossessione per la carriera e il successo, fino a quando non è più possibile continuare e tutto si sgretola".

Nel cast del film, anche Noel Clarke, Kierston Wareing, Nick Moran, Elena Cotta, Luca Lionello, Mia Benedetta e Tommaso Maria Neri.


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA