Depp 'ringiovanisce' per il nuovo 'Pirati dei Caraibi'

'La vendetta di Salazar' in sala il 24/5. Divo cerca rilancio

Un Jack Sparrow/Johnny Depp 'ringiovanito' via effetti digitali è al centro del lungo flashback nel nuovo trailer di I pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar dei registi norvegesi Joachim Ronning e Espen Sandberg quinto capitolo (costato oltre 320 milioni di dollari) della saga firmata Disney, in arrivo il 24 maggio in Italia e il 26 maggio negli Usa. Rispetto ai precedenti film, che complessivamente hanno incassato nel mondo circa 3 miliardi e 730 milioni di dollari, l'arrivo di questa nuova avventura è stato più tormentato, visti i problemi personali e gli scandali che hanno coinvolto Johnny Depp, dagli incidenti sul set alla rottura con la moglie Amber Heard, che nei mesi pre-divorzio (poi finalizzato con un accordo da 7 milioni di dollari) l'ha anche accusato di violenza domestica.

Per il divo, il ritorno a Jack Sparrow potrebbe segnare quel nuovo successo popolare di cui ha bisogno, visto che i suoi ultimi film, fra gli altri, The rum Diary, The lone ranger, Mortdecai, Alice attraverso lo specchio, oltre ad essere stati spesso bersagliati dalla critica hanno deluso al botteghino (almeno fino a Animali fantastici e dove trovarli, dove Depp appare in sottofinale). Una crisi riflessa dal fatto che l'attore è in testa da due anni alla classifica di Forbes delle star più strapagate e meno redditizie di Hollywood. A ciò si aggiunge qualche ombra sulla situazione finanziaria di Depp, che ha da poco avviato una causa da 25 milioni di dollari, per frode, rottura di contratto e incapacità professionale contro la società che gestiva il suo patrimonio, la Tmg, dalla quale arriva invece l'accusa all'attore di dilapidare da anni le sue entrate. La Disney, comunque, ce l'ha messa tutta per dare smalto a questa avventura fantasy/piratesca, affidando la regia ai due cineasti norvegesi, candidati nel 2013 all'Oscar per il miglior film straniero, con un'altra storia d'ambientazione marina, Kon-tiki, e riportando nel cast Goeffrey Rush e Orlando Bloom (con una possibile sorpresa finale), insieme a new entry come Javier Bardem, Brenton Thwaites e Kaya Scodelario.

La trama punta su azione, humour e una nota dark: il 'cattivo' stavolta è il capitano Salazar (Bardem), spettro a capo di una ciurma di marinai fantasmi fuggita dal triangolo delle Bermude a bordo della Silent Mary. Salazar cerca la sua vendetta su ogni pirata e soprattutto su quello che ha causato la sua fine, Jack Sparrow. L'unica via di salvezza per Jack è trovare il leggendario tridente di Poseidone, che può garantirgli il predominio sul mare e su Salazar. A fianco di Sparrow, un'astronoma Carina Smyth (Scodelario) e il giovane marinaio Henry (Twaites), in cerca del padre. Dopo il cameo nella saga di Keith Richards stavolta ci sarà un''apparizione' di Paul McCartney.

Per un sequel di una saga come questa ''è difficile creare nuovi elementi e non calpestare regole e miti acquisiti - ha detto Joachim Ronning a Cinemablend -. E' stato bello, sono convinto che abbiamo creato un grande nuovo meccanismo''. La storia potrebbe continuare almeno con un altro capitolo (Ronning ha definito La vendetta di Salazar ''l'inizio della fine''): non c'è ancora una conferma ufficiale ma su imdb esiste una pagina (aggiornata al 20 febbraio) per I pirati dei Caraibi 6. E stando alle indiscrezioni, qualche sorpresa rivelatrice potrebbe arrivare dalla scena dopo i titoli di coda.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ultima ora