Peggy Guggenheim, in sala docu Vreeland

Il 14 marzo, ritratto di una protagonista del Novecento

(ANSA) - ROMA, 13 MAR - Dopo aver raccontato nel suo esordio alla regia Diana Vreeland, l'imperatrice della moda, Lisa Immordino Vreeland dedica il suo nuovo film - in anteprima ai festival di Telluride e Tribeca e in sala il 14/3 distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted - a un'altra grande protagonista del '900: Peggy Guggenheim (1898-1979). Grazie a un accesso a materiali d'archivio inediti, e in particolare alle registrazioni di una lunga intervista rilasciata poco prima della morte e finora considerata perduta, il documentario offre - anche attraverso la vera voce di Peggy - il ritratto di una figura sempre in anticipo sui tempi, anticonformista e 'scandalosa'. Sullo sfondo dei più importanti eventi del XX secolo (dal naufragio del Titanic, in cui morì il padre, alla II guerra mondiale), Peggy Guggenheim ha segnato un'epoca, diventando un punto di riferimento dell'arte moderna e intrecciando la sua esistenza con quella di artisti e intellettuali come Samuel Beckett, Max Ernst, Jackson Pollock, Marcel Duchamp.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA