Oss. Romano, Spotlight non anticattolico

Giornale, "coraggio di denunciare", "appello a Papa è fiducia"

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 29 FEB - Il caso Spotlight "non è un film anticattolico perché il cattolicesimo in sé non viene neppure toccato", ma "indiscutibilmente è un film che ha il coraggio di denunciare casi che vanno condannati senza alcuna esitazione". Così il giornale della Santa Sede commenta la decisione di assegnare l'Oscar per il miglior film alla pellicola che racconta la vicenda dei preti pedofili, partendo dal caso di Boston. Per la storica Lucetta Scaraffia, alla quale il giornale affida il commento sul film, Spotlight "ha una trama avvincente", "non è un film anticattolico" e "riesce a dare voce allo sgomento e al dolore profondo dei fedeli davanti alla scoperta di queste orribili realtà". "Il fatto che dalla cerimonia degli Oscar sia venuto un appello a Papa Francesco perché combatta questo flagello deve essere visto come un segnale positivo: c'è ancora fiducia nell'istituzione, c'è fiducia in un Papa che sta continuando la pulizia iniziata dal suo predecessore già come cardinale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA