Suffragette, nel film lotta delle donne

Con Mulligan, Bonham Carter, Streep. Campagna diritti con film

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Va dalla Svezia, che concesse, in parte, il voto alle donne già dal 18/o secolo all'Arabia Saudita dove le donne hanno votato per la prima volta nel dicembre 2015, l'elenco di date simbolo che chiude Suffragette di Sarah Gavron, in uscita il 3 marzo distribuito da Bim e Cinema, con Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e Meryl Streep. Il film è una ricostruzione, fra storia e sguardo intimo, delle battaglie del movimento che ottenne in Gran Bretagna nel 1918 il voto per le donne (inizialmente ristretto a quelle con più di 30 anni, poi esteso a tutte nel 1928). Sarah Gavron, classe 1970, che nella sua opera prima Brick lane (2007), aveva raccontato il confronto di una donna bengalese, con una nuova vita e un matrimonio combinato in Gran Bretagna, stavolta fa conoscere al pubblico la lotta militante delle suffragette inglesi nei primi anni del '900, attraverso il percorso di una 'neofita', Maud (Carey Mulligan, qui in una delle sue migliori interpretazioni, rimasta a sorpresa fuori dalla corsa agli Oscar).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA