Oscar, sarà sfida per regia e film

Serata condotta da Chris Rock, spazio a polemica esclusione afro

(ANSA) - LOS ANGELES, 26 FEB - I giochi sono fatti, i voti sono stati consegnati. Bisogna aspettare gli annunci di domenica sul palco del Dolby Theatre e la frase "And the Oscar goes to" per sapere chi è stato il trionfatore della stagione cinematografica. In quella che si annuncia una scoppiettante edizione, condotta da Chris Rock, l'irriverente comico afroamericano che non si farà certo sfuggire l'occasione per scherzare sulla polemica esplosa a Hollywood dopo le 20 nomination monocromatiche agli attori, non mancheranno le sorprese, anche se a guardare i pronostici, quasi unanimi, molti Oscar sarebbero già assegnati - su tutti quello a Leonardo DiCaprio per miglior attore in Revenant - Redivivo - fatta eccezione per miglior film e miglior regia. I tre favoriti, con i rispettivi registi, sono La grande scommessa di Adam McKay, Revenant - Redivivo di Alejandro G.Inarritu e Il caso Spotlight di Tom McCarthy.
    Per la colonna sonora la statuetta andrebbe al nostro Ennio Morricone per The Hateful Eight di Quentin Tarantino.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA