Brema '66, arriva film su Superga nuoto

Archivio e fiction (con Laura Efrikian) Tra le onde, nel cielo

(ANSA) - ROMA, 26 GEN - Ogni sport ha la sua Superga. Il nuoto ha Brema '66. Il 28 gennaio 1966 un aereo della Lufthansa partito da Francoforte - il Convair Metropolitan - precipitò in fase di atterraggio all'aeroporto di Brema. Nessun superstite.
    Tra le 46 vittime anche i sette giovani componenti della Nazionale di Nuoto italiana diretta al meeting di Brema, il più prestigioso appuntamento della stagione indoor. La meglio gioventù del nuoto italiano spazzata via così: l'atleta più giovane, Daniela Samuele, aveva 16 anni, il più "anziano", Bruno Bianchi, aveva 23 anni ed era il capitano della nazionale azzurra di nuoto. Ora un documentario li ricorda 50 anni dopo.
    S'intitola 'Tra le onde, nel cielo', scritto e diretto da Francesco Zarzana. Tra fiction e materiale documentario d'archivio, il film proporrà molte testimonianze, mentre nel cast ritorna sul set Laura Efrikian, che nel 1966 era all'apice della sua carriera e accanto a lei il figlio Marco Morandi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA