Steve Jobs, se questo è un mito

Fassbender e Winslet candidati a Oscar. Il film in sala il 21/1

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Un film fatto "nonostante molti no" (della famiglia) ma la storia di Steve Jobs "ossia dell'uomo che ci ha cambiato la vita, andava raccontata". Arriva solo ora in sala in Italia (in America è uscito ad ottobre), il 21 gennaio da Universal, il film di Danny Boyle sul fondatore della Apple. "Steve Jobs" che è un intenso ritratto dell'uomo geniale al di là del mito, con molte ombre e altrettante luci, si è rivelato un mezzo flop al botteghino americano (17 milioni di dollari, essendone costato 30) e anche l'Academy lo ha in gran parte ignorato nelle nomination pur candidando gli attori: Michael Fassbender, straordinario protagonista e Kate Winslet nella parte di Joanna Hoffman, suo braccio destro. Scritto dal premio Oscar Aaron Sorkin, basandosi sulla biografia di Walter Isaacson che ha venduto milioni di copie, gira intorno ad un'idea: raccontare il dietro le quinte, pochi minuti prima dell'evento, dei lanci dei tre prodotti che hanno fatto di Jobs un mito dal Macintosh del 1984 all'iMac del '98

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA