Tuti in 1/o film registra Quadretti

Ex terrorista nero co-protagonista lungometraggio 'Espero'

(ANSA) - BOLOGNA, 13 GEN - La storia di un uomo che naufraga in mezzo a un mare senza nome, in un tempo indeterminato, su una barca che sa a malapena portare. E degli incontri in questo mare. E' 'Espero', primo lungometraggio di fiction del regista forlivese Alessandro Quadretti girato navigando l'Adriatico al largo della costa romagnola e all'interno di un'antica torre costiera nella baia di Gallipoli. Nel film - prodotto da Officinemedia e già selezionato per vari festival internazionali - recita, al fianco del protagonista Savino Paparella (Pontedera Teatro, Fortebraccio Teatro) l'ex terrorista nero Mario Tuti oggi detenuto in regime di semilibertà.
    "La presenza di Mario Tuti nel cast - ha spiegato Quadretti - non è un tentativo di riabilitazione politica o sociale della sua persona. L'ho conosciuto e intervistato durante la produzione del documentario '4 agosto '74. Italicus, la strage dimenticata' e mi ha fortemente colpito quella personalità in cui hanno convissuto intelligenza, fanatismo, cultura e violenza".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA