Boldini, moda e muse della Belle Époque

A Ferrara viaggio nell'edonismo parigino di fine secolo

(ANSA) - FERRARA, 15 FEB - Le donne dai volti ammiccanti, ingenui o misteriosi, con gli audaci décolleté e i corpi fasciati da voluttuose stoffe, che iniziano a prendere consapevolezza di sé. E poi il trionfo dell'eleganza della Belle Époque, negli intrecci tra alta moda, arte e letteratura. E' l'immagine luccicante e sfaccettata di un mondo che corre verso la modernità quella restituita dalla mostra "Boldini e la moda", allestita a Palazzo dei Diamanti di Ferrara dal 16 febbraio al 2 giugno. A cura di Barbara Guidi con la collaborazione di Virginia Hill, la mostra approfondisce il rapporto di reciproca influenza che il ferrarese Giovanni Boldini ebbe con la moda e i grandi couturier della Parigi di fine secolo. Il percorso (tra dipinti, disegni e incisioni di Boldini accanto ad alcuni lavori di colleghi come Degas e Manet, e abiti d'epoca, libri e accessori) documenta la capacità dell'artista di intercettare e interpretare il gusto dell'epoca, ma anche di influenzarlo con la sua pittura dinamica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA