Ronis, istanti di vita normale a Parigi

Retrospettiva fotografo francese a Casa Tre Oci a Venezia

(ANSA) - VENEZIA, 5 SET - Attimi di quotidianità nella Parigi degli anni '30, con lo sciopero degli operai di una grande fabbrica di automobili o la corsa di un bimbo con sottobraccio una baguette, fino al ritorno a casa dei soldati nel '45; momenti di speranza, di "normalità", di umanità, con particolare attenzione alle classi più povere, ma anche di profondi cambiamenti che attraversano la capitale e la provincia francese dagli inizi degli anni '50 alla fine degli anni '90. Ma nelle immagini di Willy Ronis (1910-2009), uno dei massimi interpreti della fotografia del '900 d'Oltremanica a cui Casa Tre Oci, a Venezia, dedica una retrospettiva (fino al 6 gennaio prossimo), ci sono le testimonianze dei suoi viaggi nel mondo, anche in Italia e a Venezia, città che scoprì nel 1938 e poi nel 1959, due anni dopo aver ricevuto la medaglia d'oro alla Mostra Internazionale Biennale di fotografia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA