Fischer senza pace in piazza Signoria

Nardella, vicenda non cambierà la nostra politica culturale

(ANSA) - FIRENZE, 7 OTT - Prima le polemiche, poi il crollo.
    Non ha pace l'esposizione delle opere dell'artista svizzero Urs Fisher, in piazza Signoria a Firenze. Fisher ha portato nel cuore del capoluogo toscano tre statue, una grande scultura di circa 12 metri, 'Big Clay #4', e due copie in cera del curatore dell'esposizione Francesco Bonami e di Fabrizio Moretti, il presidente della Biennale dell'antiquariato coinvolta nell'organizzazione della mostra stessa. Le due statue in cera, sistemate sull'arengario di Palazzo Vecchio, erano dotate di un meccanismo interno che avrebbe dovuto portarle a sciogliersi lentamente. Ma giovedì scorso, una delle due statue in cera è rovinata al suolo. L'arengario di Palazzo Vecchio è stato transennato ed è stata richiesta una verifica. Per precauzione, nella notte, anche la seconda statura in cera sarà rimossa temporaneamente. "Non è l'incompetenza o la superficialità di chi ha progettato male un basamento che cambierà la nostra politica culturale per la città", ha detto il sindaco Nardella.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA