Sculture Javier Marin a Labirinto Masone

'Daidalos' accentua legame cultura messicana-Franco Maria Ricci

(ANSA) - PARMA, 26 SET - Lo scultore messicano Javier Marin è il protagonista della mostra autunnale al Labirinto della Masone, a Fontanellato (Parma), che apre al pubblico domenica 1 ottobre. L'esposizione, intitolata 'Daidalos', accentua il legame fra la cultura messicana e Franco Maria Ricci, che negli anni ha dato vari frutti come il volume 'Tesoro Mexicano' (in concorso in Messico come miglior libro dell'anno nel campo dell'antropologia e della storia) e la mostra 'Sergio Hernandez: Tres pasiones', dedicata all'artista di Oaxaca.
    La ricerca di Javier Marin, 55 anni, ruota attorno all'uomo e come un moderno Dedalo (da qui il titolo della mostra) dà vita con le mani a corpi od oggetti elaborati nella sua fucina mentale. Uno svettante cavaliere in bronzo, alto più di 7 metri, accoglierà i visitatori all'ingresso, mentre nella corte centrale spiccherà la 'Cabeza roja', una monumentale testa femminile che mette in luce l'attenzione di Marin verso il corpo umano. La mostra sarà aperta, tranne il martedì, fino al 14 gennaio.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA