Rubens e la Controriforma a Troina

Dal 23/4 al 31/7 esposti 'Madonna con Bambino' e 'Lot in fuga'

TROINA (ENNA) - Dopo 'Omaggio a Tiziano, capolavori a confronto', a Troina torna l'arte europea con "Rubens e la pittura della Controriforma". La mostra, incentrata su Pieter Paul Rubens e la pittura italiana e europea della Controriforma, sarà ospitata per la prima volta in Sicilia, dal 23 aprile al 31 luglio, nella Torre Capitania. Saranno esposti due gioielli del pittore fiammingo: "Madonna con bambino" (1617) e "Lot con la famiglia in fuga da Sodoma" (1615).
    A fare da corollario altri 10 dipinti a olio su tela: "Santa Caterina d'Alessandria" e "Sant'Agata Vergine e Martire" di Scipione Pulzone; "Mercurio e il boscaiolo disonesto" di Salvator Rosa; "San Francesco in estasi" di Gerrit Van Honthorst; "San Giovanni Battista" di Luca Giordano; "San Paolo in visita in carcere a Sant'Agata" di Pietro Novelli; "Gloria dei martiri" e "Gloria delle vergini" di Fra Semplice da Verona.
    "Negli ultimi anni - dice il sindaco Fabio Venezia - stiamo sperimentando con risultati lusinghieri come la cultura possa stimolare l'economia e portare occupazione nei piccoli borghi.
    Il modello Troina, insieme a Gangi e Montalbano Elicona, sta rappresentando un esempio positivo a livello regionale di promozione turistica del territorio".
    L'esposizione è realizzata dal Comune di Troina col supporto scientifico del professor Paolo Giansiracusa ordinario di Storia dell'Arte all'Accademia delle Belle Arti di Catania e con la collaborazione con Sira Waldner e Claudio Metzger dell'Aion Private Art Service di Ascona (Svizzera). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA