Pistoia scopre chiesa Tau e opere Marini

Apertura straordinaria per uno dei monumenti meno conosciuti

Pistoia, capitale italiana della cultura per il 2017, offrirà sabato 30 gennaio un assaggio del suo patrimonio storico-artistico, con l'apertura straordinaria, un open day, per uno dei suoi monumenti forse meno conosciuti: la trecentesca chiesa di Sant'Antonio Abate (detta del Tau). "Marino Marini e il Tau, dialogo arcaico, spirituale, contemporaneo" è il titolo dell'evento. La chiesa, a navata unica, con presbiterio sopraelevato, presenta in alto storie di santi, di personaggi e figure che popolano l'antico e il nuovo Testamento con una finestra narrativa dedicata a Sant'Antonio Abate, che costituiscono il più importante ed esteso ciclo gotico di affreschi presente a Pistoia. In basso, anche se ad altezze diverse rispetto al visitatore, campeggiano alcuni dei più grandi capolavori di Marino Marini, opere monumentali realizzate nel decennio 1953-1964, ancorate ai loro basamenti ma allo stesso tempo pronte a compiere uno slancio 'sacro' in altezza, in una sorta di preghiera laica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA