Galindo a Fòcara si veste di tralci vite

'Il corpo diventa metafora fuoco che allontana i pregiudizi'

(ANSA) LECCE, 12 GEN - Costruirà intorno al proprio corpo una abito di fasci di tralci di vite, gli stessi adoperati per la Fòcara, il più grande falò d'Europa in omaggio a Sant'Antonio Abate: autrice della performance, giovedì 15 gennaio a Novoli, in prima mondiale, sarà l'artista guatemalteca Regina Josè Galindo, "tra le più grandi protagoniste dell'arte contemporanea internazionale e Leone d'Oro alla 51/a Biennale di Venezia", informa una nota degli organizzatori della Fòcara.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA